Biscotti – Baci di dama: mandorle o pistacchi?

Eccomi qui a lasciarvi una bella ricettina facile e da “dispensa”. Nel senso che potete prepararli e metterli in una bella scatola di latta, si conserveranno di sicuro per un paio di mesi. Di più non so perchè a me finiscono prima! Li ho sempre fatti e se venite a casa mia questi e i Cantucci li trovate quasi sempre.
Questa ricetta è di Teresio Busnelli di cui ho un bellissimo libro di dolci dalle quantità improponibili … presumo sia per pasticceri, perchè in questo caso fare 4 kili di biscotti …
Quando sono stata in Sicilia avevo portato a casa dei bei pistacchi direttamente da Bronte e questa volta ho voluto provare a fare questi biscottini sia in versione classica con le mandorle, sia in questa versione con i pistacchi. Per distinguerli li ho farciti con del cioccolato bianco ma secondo me sono buonissimi anche con quello fondente, a voi la scelta. Il colore verde si nota solo con l’impasto crudo, a biscotto pronto non si nota molto che sono verdi ma va bene così.
L’unica accortezza che dovete avere è di preparare tutte le palline e metterle in frigo per almeno una mezz’ora prima di infornare, altrimenti il burro si scioglie e vi si spatacchiano tutti perdendo la forma.
Veniamo alla ricetta.
Ingredienti:
tutto in parti uguali, esempio
200gr di mandorle macinate finissimo (o di pistacchi sempre tritati finissimi)
200gr di zucchero
200gr di burro
200gr di farina 0Cioccolato per farcire q.b.
Io metto tutto nel mixer e faccio girare velocemente per pochissimi minuti.
Faccio una palla, assemblando bene a mano tutti gli ingredienti del mio sfarinato e metto in frigo per circa una mezz’ora, avvolto in pellicola. Poi faccio le mie palline, staccando pezzetti di impasto di circa 20gr l’uno e le appoggio tutte su un vassoio.
Metto di nuovo in frigo e lascio per ALMENO un’altra mezz’ora. Se li lasciate di più non succede niente, anzi… Poi poggio le mie palline sulla placca del forno distanziate un pochino tra loro perchè si allargano formando la classica semisfera. Inforno a 160° sino a che avranno preso un bel color nocciola chiaro. Qui dipende dal vostro forno, a me ci vogliono circa 15 minuti per teglia. Quando li sfornate saranno fragilissimi, quindi non toccateli e lasciateli raffreddare bene.
Quindi preparate del cioccolato sciolto a bagnomaria o nel micro onde per pochi minuti. Mettetene un pochino sulla base di ogni sferetta e unitele a due a due. Poggiateli di nuovo sulla stessa carta forno che su cui li avete cotti e lasciate ben raffreddare anche il cioccolato che si rapprenderà e “incollerà” i due biscottini.
Metteteli in una bella scatola di latta e cercate di non pensarci altrimenti ve li mangiate tutti!!!
Con questi vi auguro un buon week end. ♥
E non fate troppe briciole in giro come dallo Zio 😉
Print Friendly, PDF & Email

38 pensieri su “Biscotti – Baci di dama: mandorle o pistacchi?”

  1. Ti posso fare un applauso? Sei bravissima! E mi fai venire voglia di Natale con tutti questi biscotti.
    Intanto aspettiamo l’estate e speriamo che arrivi presto!

  2. Anche a me piacciono di baci di dama. E pure i pistacchi. Peccato che con la cottura si perde il colorito verde, ha un così bel colore da crudo l’impasto. Giusto l’altra sera ho fatto una crostata con i pistacchi e le fragole. Da cruda era così bellina con quel verdolino

    1. Guarda meglio il verdolino naturale che quel brutto verde falso che anno molti prodotti industriali con tanto di colorante! Grazie mille Cristina.

      ps La torta con i pistacchi però non l’hai ancora pubblicata vero? O si e l’ho persa? Un baciotto

  3. Ciao Terry,
    questa ricetta mi ha incuriosito per la presenza del pistacchio… Complimenti! Sicuramente questa ricetta la provo…adoro i pistacchi…
    Grazie di aver condiviso con noi qst ricettina, a presto
    Isabella

  4. Mi piacciono un sacco i baci di dama classici, non li ho mai provati con i pistacchi…chissà che bontà!!!!
    Davvero ti durano fino a due mesi….che brava!!!!
    Io li finirei mooooooltooooo primaaaaa…..

    Un abbraccio e buon fine settimana
    monica

  5. Terry
    Ma tu li hai fatti con le mandorle o le nocciole?
    Oltre a quelli al pistacchio
    Io li ho fatti con le nocciole, sono veramente buoni
    Baci…….Anna

  6. Terry Terry!!!!!!!!! Ma che bel modo di finire la settimana con questi baci!!!!!!!!
    Posso rubarti quelli al pistacchio????? Col cioccolato bianco poi… mmmmhhhhh chissà che bontà!!!
    Ma ora che ci penso anche io ho nel congelatore dei residui di pistacchio di Bronte e quasi quasi…
    Ovviamente ti manderò le foto se resisterò alla tentazione di non mangiarmeli tutti!!!!
    Ricambio affettuosamente l’augurio per un buon we a te, i tuoi cari e a tutti i tuoi lettori!! Un bacio bella!!! :*

  7. Ma che bello questo post… la scatola dall’aria vintage , i biscottini perfetti e piccolini, il profumo che aleggia nell’aria e che le foto lasciano immaginare !
    Tutto molto bello Terry, complimenti di vero cuore!
    Non ho mai fatto i baci di dama e tu mi hai fatto venir voglia di provare !
    Un bacione e buon fine settimana !

  8. io li lascio tutta la notte in frigo per evitare lo spatacchio! 😀
    ,a se tu li hai lasciati solo 30 miuti allora mi rivedo la ricetta e la provo, è molto più comodo così no?
    che bellissima scatola!!!!!! mi ricorda quella che mia nonna mi portò dall’Olanda tanti tanti anni fa….
    un bacino dal tuo zuccheirno malato!

    1. Ma dai … davvero sei malata? Ancora raffreddata? Mi spiace tanto! Ti mando virtualmente qualche biscottino per irprenderti più in fretta! Si, mezz’ora basta. Quello che vedi è il risultato. Un bacione Zuccherino, guarisci in fretta.

  9. nooooooooooooooo c’erano i baci di dama ai pistacchi!!! ti prego ti prego ti prego dimmi che ci sono ancora!!!
    pistacchi&cioccolato, c’è da godere come per i pasticciotti!
    e…ehm…per le briciiole…..posso solo prometterti di provarci, ma non garantisco :)))
    un bacione!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *