Pasqua – La mia Colomba travestita da Veneziana

28 Comments

Questa è una Colomba travestita da Veneziana ahahahhhh. Sapete che a me piace impastare grandi lievitati tutto l’anno, in fondo chi l’ha detto che il Panettone o la Colomba si mangiano solo alle feste comandate? Così io, a seconda della voglia, faccio o l’impasto del Panettone, o quella della Colomba nello stampo da Veneziana. E poi non le volete fare le prove prima che arrivi Pasqua? Tanto per rendervi conto dei tempi e della ricetta da fare, giusto? Questa è la mia Colomba perfetta, che vi avevo già abbondantemente spiegato QUI, pertanto non mi dilungherò oltre sui metodi e il procedimento usato. Vi dico solo che stavolta, mi ci sono volute 13 ore per la prima lievitazione e 18 per la seconda.

Ora però ho acquisito sicurezza e non mi spavento più quando vedo che non lievita nei tempi standard. In fondo l’abbiamo già detto mille volte; non bisogna guardare l’orologio ma il lievitato. E’ inutile che leggete in giro, per esempio dieci ore, e dopo dieci ore procedete con il secondo impasto o infornate …. non è così! Dovete guardare l’impasto e, se questo non è pronto, aspettare.

Cosa importantissima, dovete preparare il vostro lievito naturale. Io uso la pasta madre in forma solida, la lego la sera prima, come spiego benissimo QUI, il giorno dopo faccio tre rinfreschi, a distanza di circa tre ore, una dall’altra e poi procedo con il primo impasto. Non pensate che siccome magari fate il pane tutti i giorni la vostra pasta madre, è già pronta, non è così. Dovete rinforzarla per bene e poi procedere. Io non faccio bagnetti o cose strane, non ho mai provato a farli e magari un giorno, farò qualche esperimento e ve ne parlerò.

Se volete potete fare anche un lievitino con il lievito di birra e poi procedere con quello. Facciamo l’esempio di questa ricetta che vi presento oggi: 150 g di pasta madre finale, significano 100 g di farina manitoba (la stessa che utilizzate nella ricetta) 50 g di acqua e io farei 2 g di lievito di birra, non di più. Lo lascerei raddoppiare e poi proseguirei con la ricetta.

Per quanto riguarda il primo impasto, la regola è che deve PIU’ che raddoppiare. Significa che dovete mettere l’impasto in un contenitore graduato, o almeno in uno dove potete facilmente rendervi conto di quanto cresce. Fate un segno alla partenza (oppure mettete un elastico a segnare la misura, come me), così vi rendete conto di quanto è cresciuto. Non procedete con il secondo impasto se non è abbondantemente raddoppiato!

Veneziana 10

Il secondo impasto, quando lo mettete in forma, deve arrivare al bordo dello stampo, la punta centrale deve fare capolino, se guardate lo stampo di lato. Importante anche la quantità di impasto che mettete nel pirottino. Io negli impasti del Panettone, metto il peso previsto per lo stampo, più un 10 %. Esempio; se lo stampo è da un kilo metto 1100 di impasto, non di più, vi raccomando. Per quanto riguarda la Colomba invece ne metto l’esatto quantitativo previsto per lo stampo, anche qualcosa meno, esempio se lo stampo è da un kilo metto giusto 1000g o anche 950 g. Questo perchè sono due impasti diversi e hanno una diversa struttura e quindi un diverso sviluppo.

Veneziana 11

Vorrei chiarire che queste sono le mie sperimentazioni e non voglio certo fare la di più e spiegarvi cose tecniche che non sono in grado di spiegare. Del resto il mio blog si chiama “i pasticci di Terry” proprio perchè i miei sono pasticci e non lezioni di nessun genere. Se vi fidate dei miei esperimenti non vi resta che provare e poi possiamo discutere insieme le varie risultanze. A me piace molto confrontarmi, perchè dal confronto c’è sempre tanto da imparare.

Bene, studiatevi bene questo POST, che non vale la pena farne un altro, ritengo sia molto più che esaustivo. Leggetevi anche questi ultimi appunti e se avete ancora qualche dubbio, parliamone e cercherò di aiutarvi, nel limite del mio possibile. Forza, siete ancora lì? Andate a legare la pasta madre!

 veneziana2

 Sandra

Questa Colomba la porto alla raccolta di PANISSIMO di Sandra e Barbara, questo mese ospitato nel mio blog

finale di stagione

E anche alla raccolta della nostra amica Polacca

Panissimo polacco

Print Friendly, PDF & Email

Related posts:

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

28 Responses to “Pasqua – La mia Colomba travestita da Veneziana”

  1. Claudia

    Che bellooooooooooooooooooo… più che altro una colomba travestita da panettone.. ihhihi ma sei stata bravissima!!!!! Deve essere una vera bontà.. Io non mi sono ancora mai cimentata in qusto altro grande lievitato! :-) baci e buon w.e.

    Rispondi
    • ipasticciditerry

      ipasticciditerry

      Grazie mille Claudia! Infatti è davvero molto buona, provaci non è così difficile, devi solo aver tanta pazienza per la lievitazione. Buon fine settimana anche a te

      Rispondi
  2. Cristina

    Carissima Terry, ti sono fischiate le orecchie questa mattina ? Avevo già programmato di fare la colomba. E’ presto rispetto alla Pasqua…ma voglio allenarmi. Stamattina ho fatto il primo dei tre rinfreschi di pasta madre. E mentre rinfrescavo mi domandavo “chissà se Terry pubblicherà presto il suo nuovo esperimento di colomba !” Ed eccomi accontentata. Ero certa che avresti provato altre ricette. Mi son letta tutto il post per benino e pure quelle ai quali rimandi (che avevo letto a suo tempo). Dato che sono andata a comprarmi ben tre litri di tuorli (io odio gli album, come forse ricorderai !) ho deciso che faccio quella di Di Carlo visto che è la tua preferita, anche se mi attira pure quella che tu consideri la tua perfetta. Stasera farò il primo impasto. Pensami ti prego !!! E voglio fare anche (non oggi però…meglio non esagerare…giusto ?!) un lievitato da colazione in tuo onore per la raccolta di Panissimo. Un bacione carissima. Ovviamente ti farò sapere cosa combino con la colomba

    Rispondi
    • ipasticciditerry

      ipasticciditerry

      Bravissima!! Chissà come è andato il tuo primo impasto …. sono curiosissima, spero sia andato tutto alla grande. Comunque ricordati che se anche così non fosse, non devi scoraggiarti. Io ci ho messo anni per arrivare a questi risultati e non ti dico gli impasti che ho dovuto reinventare per non buttare :( Quindi mi raccomando. Assolutamente giusto non fare troppe cose insieme, già devi essere concentrata, inutile mettere altro stress, una cosa alla volta, con calma e vedrai che tutto viene. Tanto io sono qui con la raccolta fino alla fine del mese. Perciò c’è tempo. Ti aspetto e se hai bisogno, non esitare a contattarmi. io i messaggi li leggo tutti e cerco di rispondendere nel limite del possibile. Un bacione

      Rispondi
  3. Silvia

    Bella! È venuta proprio bella!

    :*

    Rispondi
  4. damiana

    Mi spaventano ma ho troppo voglia di lanciarmi!Ho letto tutto bene,non mi resta che segnare gli ingredienti e fare il trattamento al mio lievitino…domani sera si va di legatura!Grazie tesoro,sei preziosa—poi arrivo per panissimo ;)!

    Rispondi
    • ipasticciditerry

      ipasticciditerry

      Ma tu sei bravissima, non temere e buttati! Dai Damiana, fai di quei lievitati da urlo, ti aspetto con la tua colomba, sono certa andrai alla grande.

      Rispondi
  5. Alice

    Hai ragionissima mai guardare l’orologio con i lievitati soprattutto con certi lievitati! Tesoro complimenti perchè questa colomba nascosta da veneziana è stratosfericamente perfetta e golosissima! Ti è venuta un vero incanto!
    baci e buo week end
    Alice

    Rispondi
    • ipasticciditerry

      ipasticciditerry

      Grazie, si sono molto soddisfatta, ha una rotondità che ha stupito anche me, merito anche della farina super-buona! Un bacione anche te

      Rispondi
  6. Federica

    è proprio vero, coni lievitati i calcoli temporali sono sempre relativi. forse è anche per questo che mi affascinano ancor di più: sono imprevedibili, come le persone!
    sempre incantata dalle meraviglie che escono dalle tue mani :)
    un bacione tesoro, buon we

    Rispondi
    • ipasticciditerry

      ipasticciditerry

      Sei troppo carina, grazie Fede. Secondo me il segreto è tutto lì, non bisogna aver fretta e dimenticare l’orologio. Il tempo è relativo con i lievitati, c’è quella volta che mettono il turbo e ti stupiscono e l’altra volta che invece vanno avanti come le lumache, ma arrivano sempre, basta saper aspettare. Un abbraccio grande e …. non mi regali nessun lievitato per Panissimo?

      Rispondi
  7. zia consu

    Quest’anno voglio farne più di una e le tue indicazioni sono sempre utilissime, grazie Terry <3

    Rispondi
    • ipasticciditerry

      ipasticciditerry

      Consu se hai bisogno sono qui, vedrai che andrà alla grande, ormai con i lievitati non ti ferma più nessuno. Un bacione e grazie a te

      Rispondi
  8. Dori13

    Mamma mia Terry! Che vogliaaaaa. Spettacolare come sempre
    Non so se puoi aiutarmi, ma a te non capita mai che l’impasto diventi un po’ acido se lasci andare a lungo la lievitazione???? A me è capitato tutte le volte che l’ho fatto e perciò … sono costretta a dirigere io i tempi!

    Rispondi
    • ipasticciditerry

      ipasticciditerry

      No, non mi è mai capitato … la pasta madre deve essere in forza, l’ultimo rinfresco, dopo la legatura, deve raddoppiare in meno di tre ore. Questo è molto importante! A me è capitato di lasciare in lievitazione anche più di ventiquattro ore una volta con un pandoro … e niente acido. Questi sono lievitati “pesanti” con molti grassi e perciò ci vuole il suo tempo. Forza Dori, non abbatterti e prova. Ti aspetto.

      Rispondi
  9. Silvia Brisi

    Che dire?? E’ uno spettacolo!! Terry sei davvero bravissima, complimenti!!
    Un bacioooooo!!

    Rispondi
  10. Lilli nel paese delle stoviglie

    spettacolo! non amo il panettone ma la colomba si!!!!!!! un bacione!

    Rispondi
    • ipasticciditerry

      ipasticciditerry

      Sono certa che se assaggiassi il mio panettone ti piacerebbe anche quello … con quello industriale non c’entra niente. Grazie tesoro, un bacio

      Rispondi
  11. Fabiana Fabipasticcio

    Mi piace tanto la veneziana! Chissà se ho la pazienza per farla.
    Intanto mi godo la tua :-)
    Buona settimana, cara!

    Rispondi
    • ipasticciditerry

      ipasticciditerry

      Ok, va bene, accomodati :) Prova a farla, perchè no? Grazie cara, buona settimana anche a te

      Rispondi
  12. vale

    meraviglia!! posso prenderne subitissimo una fetta??

    Rispondi
  13. Ilaria

    Sulla colomba non mi sento molto ferrata… non l’ho mai preparata. Un paio d’anni fa la fece Tommy, ma io non mi ci sono mai cimentata. Ci pensavo giusto in questo fine settimana che forse è il caso mi dia una smossa prima che sia Pasqua. Quest’anno la voglio proprio preparare anch’io!
    E poi hai proprio ragione: chi l’ha detto che la colomba o il panettone si devono mangiare solo per le feste comandate? Evviva la tua colomba travestita… e chi la riconoscerebbe così a ferragosto? :-)

    Rispondi
    • ipasticciditerry

      ipasticciditerry

      Provala Ilaria, questa non è molto difficile, ci vuole solo il tempo per la lievitazione. Io sono viziata, mi preparo sempre un bel lievitato per la colazione, tanto travestito non si capisce la vera natura ahahahahh
      Grazie, a presto

      Rispondi
  14. Małgosia z Akacjowegobloga

    Terry la ringrazio molto per l’aggiunta di ricette per Akacjowy blog, saluti

    Rispondi

Leave a Reply