La Veneziana all’arancia di G.Pina

Questa invece è la veneziana all’arancia di G. Pina. Vi avevo scritto che avevo voglia di impastare. Mi ha fatto tribulare un pò per incordare però sembra venuta bella soffice e leggera. Quando la aprirò vi racconto.
Intanto se volete cimentarvi a farla vi metto la ricetta, io l’ho presa sul Pasticcione.net, un blog molto interessante con tante ricette una più buona dell’altra.
Primo impasto:
175gr Farina manitoba Rossetto w400
65gr  Farina 0 (io ho usato la Mettone per pizza)
80gr Lievito naturale (io ho legato il mercoledì sera e fatto i tre rinfreschi giovedì. In serata ho impastato)
60gr Tuorli d’uovo
70gr Zucchero semolato
95gr Acqua
80gr Burro
Procedimento:
Impastate le farine con quasi tutta l’acqua e parte dei tuorli d’uovo.
Quando l’impasto diventa elastico unite lo zucchero idratato con il resto dell’acqua.
Attendete che l’impasto incordi, unire il LM e la rimanenza dei tuorli d’uovo e quindi impastate fino a quando l’impasto diventa nuovamente elastico.
Inserite il burro morbido in tre volte.
Fate lievitare per 10/12 ore a 30°C con 58% di umidità relativa. Io ho messo a lievitare nel forno con la lucetta accesa e un pentolino di acqua sul fondo del forno.
Secondo impasto:
75gr Farina manitoba Rossetto w400
15gr Farina 0
60gr Zucchero semolato
60gr Tuorli d’uovo (4tuorli dei miei)
4gr Sale
15gr Miele d’acacia
28gr Acqua
100gr Burro
16gr Arancia candita in pasta (io ho usato la buccia di arancia bio che avevo tritato e messo a strati in un barattolo, con lo zucchetro)
240gr Arancia candita tritata
 Io ho aggiunto una bacca di vaniglia
Procedimento:
Impastate le farine con il 1° impasto lievitato.
Dopo circa 20 minuti la pasta sarà elastica. Unite parte dei tuorli d’uovo, lo zucchero idratato con un po’ d’acqua, il sale idratato e il miele.
Attendete che l’impasto prenda corda prima di ogni aggiunta.
Unite il resto dei tuorli d’uovo, l’eventuale acqua rimasta, il burro ammorbidito e semimontato e i canditi, sempre attendendo che l’impasto prenda corda prima di ogni inserimento.
Tagliate la pasta in pezzi del peso desiderato e lasciate riposare per circa 20 minuti a 30°C.
Arrotolate la pasta su se stessa e ponetela nei pirottini di carta . Fate lievitare per 6/7 ore a 30°C con un pentolino di acqua calda.
Coprite con la glassa e disponete delle mandorle grezze sulla superficie e cuocere a 170° per 50-60 minuti.
Far raffreddare capovolta per almeno 6 ore.

Queste le fette…sono di un morbido e profumato!!

Print Friendly, PDF & Email

5 pensieri su “La Veneziana all’arancia di G.Pina”

  1. Ciao Marty!! Che piacere, sei passata a trovarmi? Sto ancora studiando i particolari per impostare bene il tutto. Peccato che sei così lontana altrimenti mi davi qualche suggerimento, nooo?? Metterò anche le ricette, il tempo è tiranno.

    Ciao Tizzi tu sei la solita distratta ma io ti voglio bene anche per questo …. ho messo persino il link nella MOC!

    Un bacione a tutte e due e passate ogni tanto, mi fa taaaaanto piacere! :-))

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *