Torta salata – Quiche con asparagi fave e feta

Quiche con asparagi fave e feta. Sabato scorso ho partecipato a un corso sponsorizzato da una nota marca di impastatori casalinghi. Lo chef presente, Giuseppe Villa, oltre a illustrarci le meraviglie di questo elettrodomestico, ci ha preparato alcune ricette, a tema pasquale.

Tra le ricette preparate, c’era questa Quiche di asparagi fave e feta, talmente buona che ho deciso di replicarla subito! Quindi domenica stessa l’ho preparata. Io ritengo che vada benissimo per essere portata sulle tavole a Pasqua, nel pic-nic di Pasquetta ma anche in altri momenti la vedo adattissima, senza problemi.

La preparazione è semplice; è fatta da una pasta brisè, da fave appena scottate con i porri. Da punte di asparagi e dalla feta. Per completare il tutto un composto classico per le quiche, con uova e panna. Un delizia. Vi consiglio di prepararla, manari anche il giorno prima. Basterà intiepidirle e sarà ancora più buona. Quiche con asparagi fave e feta.

Quiche con asparagi fave e feta (6)

Ingredienti per una teglia da 28

Per la brisè

250 g di farina

125 g di burro

50 g di acqua fredda

Sale un pizzico

 

Per il ripieno:

1 porro

100 g di fave (già sbucciate)

100 g di punte di asparagi

80 g di feta

50 g di parmigiano grattugiato

3 uova grandi

250 dl di panna fresca

Sale, pepe e olio evo

 

Procedimento:

Versare la farina sul piano di lavoro, formare la fontana, al centro tagliare il burro freddo a pezzi e cominciare a lavorare con le dita. Versare anche l’acqua e un pizzico di sale. Lavorare velocemente e formare un panetto. Potete fare il tutto anche con un mixer o il bimby, come volete.

Io ho fatto mezza dose di tutto e usato una teglia da 20 ma vi metto le dosi intere per comodità. Sappiate che se volete fare una teglia più piccola come me, basterà dimezzare le dosi, riportate sopra.

Quiche con fave asparagi e feta

Cuocere a vapore le punte di asparagi, lasciandole croccanti. Scolarle e farle raffreddare. Mettere in una padella un giro di olio evo, con il porro, tagliate a rondelle piccole. Aggiungere subito le fave, salare e se serve aggiungere un paio di cucchiai di acqua e lasciar stufare pochi minuti.

Accendere il forno a 190°. Foderare la teglia con carta forno, prima bagnata e strizzata. Stendere a misura la pasta brisè e foderare la teglia rivestita. Sistemare bene la brisè, facendola aderire ai bordi, fino in alto. Bucherellare il fondo della pasta brisè e infornare a vuoto, per circa 8/10 minuti.

In una ciotola sbattere con le fruste le uova, con la panna, aggiungere poco parmigiano grattugiato, la feta tagliata a piccoli pezzi e un bel giro di pepe macinato fresco, al momento. Io sale qui non ne ho messo e ho fatto bene, la sapidità della feta, basta e avanza.

Quiche con asparagi fave e feta 021

Togliere la brisè dal forno, sistemare alla base le fave e parte delle punte di asparagi, tenendone da parte alcuni per la decorazione. Versare a cucchiate il composto di uova-panna-feta. Distribuirlo per bene e sistemare sopra le punte di asparagi, tenute da parte. Cospargere con il parmigiano grattugiato e infornare di nuovo per circa 20 minuti, sempre a 190°

Quiche con asparagi fave e feta (13)

Che vi devo dire? Fatela perché è molto molto buona.

Quiche con asparagi fave e feta (10)

Quiche con asparagi fave e feta (14)

Con questa ricetta partecipo al contest al km 0 organizzato da Batuffolando ricette, I biscotti della zia e Un’arbanella di basilico

km 0 il contest

 In fondo tra dieci giorni arriverà già Pasqua e forse anche il mio nipotino Gabriele ♥ Vi Auguro come al solito un buon fine settimana.

Goditi la vita perchè ne abbiamo una sola.

Salva

Salva

Salva

Salva

Print Friendly, PDF & Email

42 pensieri su “Torta salata – Quiche con asparagi fave e feta”

  1. Avatar

    fantastica questa torta salata, è veramente super primaverile con gli asparagi e le fave! sarebbe perfetta per il pic nic di pasquetta. me la segno 😉
    buona giornata terry!

  2. Avatar

    ecco la quiche di cui mi parlavi… bella farcita, bella golosa, bella di mordere.. che fame Terry! sai che in piemonte le fave non sono del territorio, si trovano, ovvio, ormai si trova di tutto.. ma io non ho mai visto cucinarle le ho provate una volta surgelate e boh non mi hanno detto niente, vorrei tanto vederti mentre le prepari e poterle mangiare da te (come tutto il resto veramente.. sei una cuoca sopraffina)
    bacioni (ma senti.. non la puoi portare al mio contest? sarebbe bello partecipassi.. ma porta anche una colazione o una merenda che sono le categorie di cui mi occupo io :-)))))
    P.s. sto scrivendo il post della colomba per domani

    1. ipasticciditerry

      Surgelate a me non piacciono, non sanno di niente. Fresche sono buone, vanno appena scottate, anche perchè poi cuociono ancora nella quiche. Come sei carina Simo, grazie. Diciamo che mi piace cucinare e stare in cucina mi rilassa. Se poi ci metti che lo faccio da una vita … l’esperienza conta se hai la passione. La porto per il contest? Sai che io non partecipo a molti contest vero? Se riesco lo faccio, va bene. Brava, allora vengo presto a trovarti.

  3. Avatar

    Ha un aspetto davvero golosissimo 😛 Complimenti Terry, sai sempre come prendermi x la gola 😛
    Ne approfitto x invitarti al nostro contest incentrato sulla cucina di stagione e non solo, ti lascio il link e ti aspetto ^_^

  4. Avatar

    Dici che Gabriele lo troverete dentro ad un uovo? Sarebbe una bellissima sorpresa ^_^
    Sai che sono una fanatica delle torte salate e questa la trovo molto interessante con asparagi e fave assieme e l’aggiunta della feta. Mi hai incuriosito molto.
    Un bacione 🙂

    1. ipasticciditerry

      Sai che non ci avevo pensato? Sarebbe bellissimo! Noi lo stiamo aspettando con tanto amore. Provala Dany, sentirai che buona. Un bacione e grazie

  5. Avatar

    In effetti sì, l’abbinamento degli ingredienti mi piace tantissimo…e l’aspetto la dice lunga su quanto sia buona 🙂
    Una ricetta di primavera, ecco 🙂
    Dolce Terry, ti auguro un buon weekend e spero che il sole ti tenga compagnia! Bacio grande :*

    1. ipasticciditerry

      Si, verissimo, da provare. Speriamo nel sole, porta sempre buon umore. Io poi ne sento proprio il bisogno. Grazie amica mia, un bacione a te

    1. ipasticciditerry

      Si, davvero un mix di ingredienti golosi, da provare. Bravi, voi fatemi compagnia che io sto in ansia, non vedo l’ora di vederlo ♥ Un bacione anche a te e grazie

  6. Avatar

    Adoro la feta ma confesso che le fave cotte non è che mi entusiasmino. Mi piacciono tanto da crude ma da cotte meno. Invece amo gli asparagi. Chissà magari questa quiche mi farebbe piacere anche le fave cotte.

    1. ipasticciditerry

      Io non divento matta per le fave ma ti garantisco che qua, in questo mix ci stanno bene. Falle appena scottare, non scuocere, se la fai.

  7. Avatar

    Avevo appena aperto il tuo blog, perchè in settimana non ero riuscita a passare e la prima persona che sono andata a cercare, ora, sei stata tu… e devi averlo sentito, perchè mi hai appena lasciato un commento! Ecco, sappi che mentre lasciavi parole e davi nuove carezze a Tarallino, io ero già qui, pronta a scrivere! 🙂 E la sintonia vuole che abbia impiattato asparagi prima di me… è proprio la loro stagione, eh sì! Hai unito le fave, che sono tipicamente legate a Roma, perchè mangiarle crude con il pecorino qui è un must! Di solito lo faccio il 1 maggio, come un rito che si mantiene negli anni, ma ho iniziato anche io a vederle già al mercato e magari saranno annusate dai miei gatti con anticipo… 🙂
    Ci sentiremo sicuramente per Pasqua, quindi niente auguri per ora, solo fusa!

    1. ipasticciditerry

      Che sintonia .. mi piace 🙂 Si lo so che a Roma usate mangiarle crude con il pecorino, non sapevo si facesse il 1 maggio. Oggi facevo la mia solita passeggiata giornaliera e pensavo all’aspetto degli asparagi e mi sei venuta in mente. Sai cosa sembrano a me, oltre che pennelli? Delle bacchette magiche … arrivano e come per magia la primavera si fa avanti, prepotente e prorompente. Da noi finalmente è tutto un fiorire e i glicini fanno capolino dai giardini privati, affacciandosi e accarezzando chi passa, come me. Ti piace l’idea delle bacchette magiche? Ok, allora ci troviamo in giro per gli auguri. Un bacione

  8. Avatar

    bella, buona, saporita e poi con la quiche si va sempre sul sicuro, son tornata da dieci gg in centro italia sono un po’ sfasata ma volevo passare a salutarti, un abbraccio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *