Panini morbidi alle uvette

Buongiorno a tutti!

Come avete trascorso il vostro week end? Spero bene. Noi ieri abbiamo festeggiato il compleanno del babbo, ben 79 anni! Ieri l’ho visto molto pensieroso e stanco ma non voglio pensare a cose tristi oggi. Già c’è il tempo che è grigio e uggioso e allora non voglio intristire anche voi.

Invece voglio lasciarvi una bellissima ricetta molto versatile e di sicuro successo. Tempo fa ci avevo fatto i pangoccioli alle gocce di cioccolato. Questa volta, usando lo stesso impasto ci ho fatto dei morbidissimi panini all’uvetta. Anche questi si conservano in sacchetti di cellophane per alimenti, magari spruzzati di alcool puro a 90°, anche per una settimana, se ci arrivano! Se volete potete anche congelarli, come vi è più comodo.

Vi ricopio la ricetta per comodità ma il procedimento è lo stesso, potete farli sia con lievito naturale in forma liquida, come me, sia con il lievito di birra o anche con la pasta madre, in forma solida. Come volete. Non fatevi spaventare dalla lunghezza della ricetta, sono i tempi di attesa di lievitazione, in realtà di lavoro non porterà via molto tempo.

Ingredienti per 18 panini:

250gr di farina 0
250gr di farina manitoba W400
270gr di latte tiepido
100gr di lilì ben rinfrescato (10gr di ldb) oppure (50gr di pm e 25gr di latte in più)
100gr di zucchero
2 tuorli
1 cucchiaino di miele
1 bacca di vaniglia
70gr di burro
200gr di uvette sultanina (io l’ho messa a bagno con acqua e poco limoncello)
per spennellare
1 uovo
1 cucchiaio di latte
Procedimento:
Ho sciolto il lilì (lievito liquido) nel latte (se usate il ldb o la pm è uguale), nel ken con la frusta a k, a velocità 2.
Ho mischiato i tuorli e lo zucchero con una forchetta fino a completo scioglimento di quest’ultimo.
Ho unito al lilì e latte le farine setacciate tra loro alternate al composto di tuorli e zucchero, piano piano.
Ho poi unito il miele e i semini della bacca di vaniglia. Ho quindi fermato il ken, cambiato la frusta mettendo il gancio e ripreso a far girare aumentando piano la velocità fino al 3. Ho quindi unito il burro poco alla volta, aspettando che assorbisse il precedente prima di aggiungerne altro.
Ho aumentato la velocita fino al 4 fino a quando l’impasto si è arrampicato completamente sul gancio.
Ho fatto quindi la mia palla e messo a lievitare intorno ai 28° se vi è possibile. Tenete presente che ci vogliono circa 12/14 ore per arrivare a triplicare. Potete aiutarvi anche con il frigo per gestire i tempi.
Al mattino era più che triplicato, ho lasciato che si acclimatasse e rovesciato sul piano leggermente infarinato. Ho dato due pieghe del tipo 1, cioè ho fatto un rettangolo, piegato un lato a metà e sovrapposto l’altro lato. Girato di 90° e di nuovo piegato in tre allo stesso modo.
Ho steso di nuovo l’impasto con le mani e messo le uvette ben scolate e infarinate.

Ho impastato con le mani cercando di farle ben incorporare al mio impasto. Ho allungato un pochino l’impasto e fatto 18 pezzi da 75/80gr circa cadauno.
Ho chiuso sotto a palla ogni singolo pezzo e messo a lievitare sulla placca coperta di carta forno.
Ho messo a lievitare al calduccio con una pentolina di acqua calda in fianco per dargli la giusta umidità.
Al raddoppio (a me ci sono volute circa 4 ore) ho spennellato con un uovo e il latte sbattuti leggermente.
Infornato a 180° per circa 20 minuti per ogni teglia.
Se volete potete spolverarli di zucchero a velo ma sono buonissimi anche così.
Si vede la morbidezza? Provateli perchè meritano davvero. 😉
Con questi panini partecipo alla raccolta mensile di Panissimo delle amiche Sandra e Barbara
questo mese ospitato dalla dolcissima e instancabile Michela 
Print Friendly, PDF & Email

51 pensieri su “Panini morbidi alle uvette”

  1. Avatar

    Questo fine settimana appena passato sono stata in montagna e quindi non ho prodotto nulla, ma il prossimo…i pangoccioli mi aspettano. Pensa che persino mio figlio continua a dirmi che mi devo “vergognare” perchè dopo averteli chiesti ho lasciato passare mesi e mesi senza neanche provarci. Bacione, Terry !

  2. Avatar

    Ciao Terry, invidio la tua capacità nel fare questi lievitati…sei bravissima!!!
    Vorrei averne un paio per colazione domattina di questi deliziosi panini all’uvetta…troppo buoni!!!
    Bacioni, buona serata…

  3. Avatar

    Terry, questi panini saranno la gioia di mio marito che adora l’uvetta!

    E’ pronto il caffè? Te lo avevo anticipato poco fa di là,che avrei smesso le pulizie per passare da te :))))

  4. Avatar

    No va be’ ma allora….mi vuoi tutta ciccia e brufoli…naaa troppo tardi e comunque non è colpa tua!!!!
    Favolosi…ma prima devo provare i pangoccioli…. Ricordi i miei fiorellini “strani”…ho aggiunto una foto per far vedere come li ho fatti….

    Un abbraccio grande stella
    monica

    P.S.
    io ti aspetto comunque….

    1. Avatar

      L’avevo già vista l’aggiunta, grazie mille!! Ancora devi provare i pangoccioli? Sai che i tuoi nanetti li divoreranno, vero? Dai su provali. Grazie tesorino, appena ne avrò l’occasione sarò felice di abbracciarti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.