Polpette con sesamo e pistacchi

Questa settimana voglio cominciare con una ricetta di carne. Chi mi segue sa bene che non ce ne sono molte sul mio blog di ricette di carne. Io ero vegetariana fino a qualche anno fa, poi per motivi troppo lunghi da spiegare, ho cominciato a inserire la carne nella mia dieta, una, massimo due volte alla settimana.  Da quando sono qui poi … la carne mi esce dagli occhi! Le polpette però sono un secondo di carne che mangio sempre volentieri. Sempre diverse a secondo di quello che gli mettete dentro, queste lo sono anche perchè, oltre a essere cotte al forno e non fritte, hanno un’impanatura di pane grattugiato, sesamo e pistacchi tritati che gli donano quella croccantezza al morso e quella morbidezza nella carne che vi conquisterà, ne sono certa.  In più sono facilissime da fare e perciò … siete ancora lì? Andate ad acquistare la carne trita!

Ingredienti:

300 g di carne trita

1 manciata di tarallini (mi erano avanzati, se non li avete potete usare un paio di fette biscottate o anche del pane)

1 uovo

mezzo bicchiere di latte

Una manciata di grana grattugiato

erbe fresche: prezzemolo, salvia, rosmarino

Sale e pepe

Pane grattugiato

sesamo

pistacchi tritati

Procedimento:

Noooo, non ci posso credere: non ho mai pubblicato la ricetta dei miei Tarallini!! Ma com’è possibile? Vedrò di rifarli e postarli al più presto, faccio dei Tarallini al vino bianco da urlo e non ho nemmeno una foto da farvi vedere … Bah, comunque mi erano avanzati alcuni tarallini e li ho messi a bagno in mezzo bicchiere di latte caldo, fino a spappolarli. Se non avete tarallini o fette biscottate (avete visto che carine le mie bicolori?) va bene anche del pane, vecchio o anche no. Ho tritato le mie erbe e poi ho unito tutto: carne, tarallini sbriciolati e sciolti, le erbe, l’uovo intero, il grana, sale e poco pepe. Ho lasciato riposare in frigo, coperto da pellicola. Poi con una formina ho fatto le polpette, con le mani bagnate. Ho mischiato il pane grattugiato, i semi di sesamo e i pistacchi tritati. Ho messo questo miscuglio su un piatto e cosparso le mie polpette, facendo aderire bene.

Polpette con sesamo e pistacchi

Poggiare le polpette su carta forno, accendere il forno a 200° e cuocere le polpette per circa 30 minuti o fino a cottura desiderata. Servite con una bella insalata, faranno contenti anche i vostri bambini, vedrete.

044

046

Diario di Funchal 03 novembre

Questa è la settimana del countdown, dovrebbero finalmente arrivare le ultime cose necessarie all’apertura del locale. Una serie di sentimenti contrastanti occupa la mia mente: ansia, paura, eccitazione, gioia … è normale credo. Va bene far da mangiare per parenti e amici, oppure alla scuola di cucina che ho frequentato tanti anni fa … qui devo preparare da mangiare per molte persone al giorno (almeno lo spero!!) e per tutti i giorni. L’ansia e la paura dell’incognito mi accompagna ma anche la gioia e la speranza di un futuro migliore, dove finalmente posso realizzare il sogno di un lavoro, tanto sperato e ricercato, è qui a portata di mano. Intanto continuo a godermi questa fantastica isola, con i suoi colori, i suoi profumi e il suo clima meraglioso.

Ieri siamo stati in gita, con il pulman, come tante antre volte, con le persone che frequentano il centro comunitario. Vediamo se riesco a raccontarti tutto.

Cartina-Isola-di-Madeira-e-Porto-Santo

Siamo stati a Carrais das Ferrairas, ti ho segnato in rosso, sulla cartina dove si trova. Un paese all’interno del Parco naturale, un posto bellissimo, in montagna, pieno di alberi di eucalipto, alti molti metri.

03 novembreLe foto sono mosse perchè fatte dal pulman 🙁

Un’arietta freschina ci ha accolto, anche se il sole non ci ha mai abbondato tutto il giorno, ogni tanto qualche gocciolina microba di pioggia, faceva finta di cadere ma niente di che. La fiera era la solita, come ne ho viste molte da quando sono qui. Solita via di un paese altrimenti deserto, piena di bancarelle, anche improvvisate, dove si vendono dolci e liquori, conserve e marmellate casalinghe di ogni genere. Ma anche prodotti della terra, in questo caso: castagne, mele servatiche, noci.

03 novembre2

Addobbi con carta colorata, palco addobbato con fiori e prodotti della terra. Messa e poi discorso del presidente della regione. Tutto secondo capitolo classico. Non so, forse perchè la mia mente ormai è impegnata con l’organizzazione del ristorante ma non me la sono goduta come al solito. L’unica cosa di cui ho goduto appieno è stato il paesaggio meraviglioso e i colori della natura, che qui a Madeira, è stata molto generosa.

03 novembre4

Naturalmente non è mancata la banda e la sfilata dei carri finale.

03 novembre5

Le castagne, regine della festa, venivano cotte in otri di coccio, all’interno dei quali c’era del sale grosso, per evitare che le castagne scoppiassero.

03 novembre3

Qualcosa di simile l’avevo già vista in Sicilia, a una fiera delle castagne. Però venivano cotte nelle larghe padelle di ferro e non otri, come queste.

Mi hanno raccontato di una leggenda e te la voglio dire a mia volta. Pare che Carrais sia collegata a Funchal, da delle gallerie sotterranee, nel cuore della montagna, dove ai tempi dei pirati, la popolazione si rifugiava, per salvarsi dagli assalti continui. Le gallerie non si sa se esistono veramente però si dice che furono costruite dai monaci, i quali si preoccupavano, una volta avvistate le navi dei pirati, dall’alto, di allertare la popolazione e guidarla attraverso le grotte, fino in cima alla motagna, dove i pirati non arrivavano. Carino, no?

Per arrivare a Carrais, siamo passati da Camara de Lobos, un paesino di pescatori, che si trova a sinistra di Funchal, guardando la cartina. Qui abbiamo trovato le barche ormeggiate al porto con dei Pesci Gatto, aperti e deliscati a seccare al sole. Molto particolare come scena, non trovi? Pensavo fosse Bachalau ma mi hanno spiegato che invece sono pesci Gatto.

03 novembre1

Bene, ora ti lascio godere le foto che ho scattato e mi immergo in questa prima giornata della settimana. Ti auguro di passare un buon inizio di settimana, alla prossima e ….

Viva l’Italia!

Print Friendly, PDF & Email

22 pensieri su “Polpette con sesamo e pistacchi”

  1. Mi piacciono i tuoi racconti. Mi piacciono le tue foto e adoro i tuoi piatti!!! Mangio poca carne anche io e non mischio mai proteine animali, ma queste delizie non ammettono variazioni: sono speciali e indimenticabili. Quella panatura è pazzesca ^_^
    Un abbraccio enorme tesoro, buon inizio di settimana.

    1. ipasticciditerry

      Lo sai che lo sapevo ti sarebbe piaciuta? E ti dico che ti ho anche pensata mentre “intrugliavo” 🙂 Grazie Erica, mi piacciono i tuoi commenti e li aspetto sempre con piacere. Un abbraccio e buona giornata a te

  2. Idem! Poca carne ma buona! E che c’è di più buono delle polpette? Con i pistacchi poi….
    Dai, non farti prendere dall’ansia, sono certa che andrà tutto bene! 🙂
    Un abbraccio! <3

    1. ipasticciditerry

      Oggi va meglio, mi prende a momenti … con il carattere che ho però sono certa, che al momento opportuno, sarò di una calma glaciale, garantito! Grazie Manu, un bacione

  3. Ma che buone!! Anche noi mangiamo poca carne ma alle polpette non si rinuncia mai!! Ottima questa versione!!
    Croccante e bella saporita!! Bellissimo l’interno di Madeira!! Capisco che in testa abbiate solo il vostro ristorante!! E’ normale, poi siete davvero quasi al traguardo, sai che agitazione!!!! Un abbraccio e a presto!!

    1. ipasticciditerry

      Vero? Infatti non mi stupisco, non che la festa sia stata meno bella del solito, era la nostra mente che si trovava altrove. Provale le polpette Silvietta, vedrai che ti piaceranno. Un bacione

  4. Certo è un isola dalle mille risorse…………….e da meravigliosi paesaggi………………….Pian piano stai realizzando i tuoi sogni……..e te lo auguro con tutto il mio cuore…………..lo sai già, Vero?
    queste polpette mi hanno invogliata, spero di farle in settimana……………….ma dimmi un pò? da dove viene il tuo pistacchio?
    un abbraccio stritoloso dalla tua? gemella

    1. ipasticciditerry

      Indovina … esatto!! Risposta esatta. ♥ Lo so tesoro e sai quanto è importante per me il vostro sostegno, non mi avete mai fatta sentire sola!! Un bacione

  5. Buone le polpette!!!
    Scusa ma ho una pausa di riflessione?
    Un isola con clima
    primaverile…com’è che ci sono le castagne???
    Tiene il ritmo della frutta stagionale!!!
    Comunque rimango estasiata da tutte queste belle
    gite culturali culinarie e paesaggistiche…
    Bacione

    1. ipasticciditerry

      Non stai attenta … sulle coste il clima è primaverile ma all’interno ci sono le montagne, alte fino a 1800 mt. E’ logico che lì le temperature sono diverse e più fresche. Piove in continuazione e i gradi scendono di brutto in inverno. Non come in Italia naturalmente ma a sufficienza per avere castagne, noci, mele e altra frutta e verdura invernale. Vieni, vieni che ti portiamo. Tanti baci sorellona mia.

  6. Terry tesoro…. ma che belle cose che stai facendo!!! Ti leggo e mi innamoro di Funchal che non conoscevo e di Madeira che conoscevo unicamente per via del vino…. Una bella gitarella… bravi!! Mò rimboccati le maniche, tira un bel fiato e prepara tante cose buone per il tuo locale!….. Le polpette le hai nel tuo menù? Sono buonissime! un bascione!

  7. Con queste ottime polpette riusciresti a far mangiare la carne anche a me che la mangio poco ed in particolare: odio la carne trita, ma queste polpette fiorelline croccanti mi ispirano davvero!
    Ci credo che tu sia in un alternanza di stati d’animo ed emozioni, goditi anche queste, per te è davvero un momento magico!
    se penso alle leccornie che farai al ristorante, mi verrebbe voglia di prenotarmi già un’aereo,
    vai Terry!!!
    baci Su

    1. ipasticciditerry

      Grazie Su, chissà se un giorno vedrà arrivare tutte voi, magari anche a una alla volta …. che bello sarebbe! Se ti va provale, sono davvero buone. Un bacio

  8. Ma che belle le tue polpettine colorate! 🙂
    Capisco il misto di sentimenti contrastanti che attraversano mente e cuore!
    Noi ci siamo, non ce ne siamo mai andate e tu non smettere di raccontarci eh! E grazie anche per il reportage fotografico che hai condiviso con noi! ♥
    Tesoro ti auguro il meglio!

    1. ipasticciditerry

      Grazie Silvia, mi stanno facendo tribulare mannaggia a loro! In quanto a puntualità e precisione lasciano molto a desiderare, altro che! Meno male che ci siete voi a consolarmi… Ti abbraccio forte

  9. Le polpette si mangiano sempre volentieri, la tua versione con i tarallini dentro e i pistacchi fuori mi piace molto, sembrano davvero gustosissime!!!
    Buon lavoro Terry, presto comincerai a vivere il tuo sogno, sono felice per te 🙂
    Ti abbraccio forte, a presto…

  10. gioiaaaaaaa………………………..le ho fatte……………..buonissime………………….sicuramente è qualcosa di diverso dalla solita polpetta………………..poi col pistacchio……………tutto diventa divino…….
    un bacio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *