Risotto con i funghi porcini

Buon inizio di settimana a tutti! Passato un buon week end? Io si, come al solito mi sono goduta la mia famiglia. Devo dire che la mia forza sono loro, la mia famiglia. Il mio babbo finalmente sta meglio, dopo che gli hanno inserito un pacemaker lo vedo molto bene, considerando il suo quadro generale di salute. Non mi aspettavo, da parte sua, una ripresa così veloce. Vedere i membri della mia famiglia in salute e sereni mi carica di una forza che non so dirvi. Ma forse non vi dico niente di nuovo, probabilmente è giusto che sia così. Ho visto mia figlia, sempre presa dal suo lavoro (e meno male!) questo week end presa anche a fare la dog-sitter per il cane dei suoi amici. E ieri ho visto la mia adorata nipotina, figlia di mia cognata. Ha quattro anni, quasi cinque e quando la vedo, mi dimentico di tutti i miei problemi e le mie preoccupazioni. Insomma la mia famiglia; la mia forza e la mia gioia.

In più il tempo è stato meraviglioso, sole e cielo azzurro hanno accompagnato il nostro week end, al nord. Freddo certo, ma è normale, in fondo siamo a gennaio e già, finora, le temperature ci avevano graziato. Non possiamo pretendere di meglio.Quindi eccomi, carica, ad affrontare un altra settimana alla ricerca di un lavoro o di una occupazione. Ma le vie del Signore sono infinite e qualcosa succederà di sicuro, ne sono certa.

Oggi voglio presentarvi un semplice risotto … semplice per me, che lo faccio spesso. Però ricordatevi che per fare un risotto con tutti i crismi, ci vogliono alcune preauzioni. Occorre utilizzare un buon riso, di qualità, meglio se Carnaroli. Il riso va tostato bene, deve diventare quasi trasparente e poi va sfumato con del buon vino bianco, anche lui di qualità. Quando si aggiunge il vino deve fare un bel rumore: schhhhhhhh. Deve evaporare subito la parte di alcool, ne sentirete il profumo. Quindi va aggiunto, poco alla volta, del buon brodo di carne o vegetale, come nel nostro caso, ben caldo. Sono queste due o tre cose, che sembrano banali ma sono essenziali, indispensabili per ottenere un buon risotto.

Quello di oggi è con funghi porcini. Dovete sapere che io sono abbastanza fissata con gli alimenti di stagione. Sto attenta a capire la provenienza dei cibi che consumo. Faccio acquisti in una azienda agricola, vicino casa, dove allevano animali e producono latte e formaggi. Sono associati a Campagnamica, si scambiano ortaggi e frutta da tutte le parti di Italia. Quando è stagione, acquisto prodotti in abbondanza, li pulisco, li congelo, li conservo per avere prodotti buoni e genuini tutto l’anno. Così ho fatto con le patate, quando è stato il momento del raccolto, acquistandone una cassetta. Uguale con gli spinaci (a proposito ho un sacco di ricettine interessanti da proporvi con questo vegetale nei prossimi giorni). Così è successo con i funghi porcini.

Ne ho acquistato un piccolo quantitativo (visto quello che costano!). Li ho puliti, affettati e congelati, ben distesi su un vassoio. Una volta congelati, li ho messi in un doppio sacchetto di cellophane, in congelatore. E’ indispensabile doppio, perchè hanno un profumo intenso, che altrimenti, vi resterà nel frigo. Al momento di utilizzarli in questo risotto, li ho gettati nel brodo bollente, ancora surgelati, ho lasciato prendere di nuovo il bollore e li ho messi nel risotto, dopo la prima aggiunta di liquido. Ma ora vi spiego meglio, andiamo alla ricetta, che come al solito vi ho scritto un romanzo, mannaggia!!! Risotto con i funghiIngredienti per due persone:

160gr di riso Carnaroli

Funghi porcini (anche secchi se non avete quelli freschi)

un pezzetto di cipolla

mezzo bicchiere di vino bianco

brodo vegetale (io fatto con il mio dado granulare 1 cucchiaino ma potete farlo espresso con carota, sedano e cipolla)

Parmigiano

burro, olio evo, pepe a piacere

Procedimento:

Ho messo a bollire un pentolino di acqua con un cucchiaino del mio dado, che se non avete mai fatto vi consiglio vivamente di fare, è buono, sano e genuino e sempre pronto per eventuali minestre o per insaporire piatti. Se non lo avete mettete a bollire dell’acqua con una cipolla, una costa di sedano e una carota e usate il brodo, filtrato per il risotto.  Poi ho tirato fuori dal freezer un paio di manciate di funghi e messi su un piatto, il tempo che preparavo la cipolla e bollisse il brodo vegetale. Anche qui se non avete i funghi freschi, congelati, potete usare i funghi secchi, metteteli a bagno, lavateli e strizzateli. L’acqua in cui li avrete tenuti a bagno, filtratela e aggiungetela al brodo, in modo da utilizzarla nel risotto. Quindi ho tagliato a velo la cipolla, non deve vedersi nel risotto. 001Quindi ho messo circa 10gr di burro e un velo di olio in una larga padella, insieme alla cipolla a velo. Il riso deve cuocere tutto steso, senza essere sovrapposto, cuocerà meglio senza stress. Quindi ho fatto imbiondire la cipolla, non deve prendere colore, quindi tenetela girata. Ho aggiunto il mio riso, l’ho fatto BEN tostare, deve diventare trasparente, l’ho tenuto girato con un cucchiaio di legno. 002 L’ho sfumato con un mezzo bicchiere di vino bianco. Ho quindi aggiunto un mestolo del mio brodo, che intanto era arrivato a bollore. Nel brodo, a questo punto, ho aggiunto i miei funghi e lasciato riprendere il bollore. 003Nel frattempo, il mio riso, cominciava a cuocere piano piano. Dovete girare spesso, quindi alla seconda aggiunta di liquido ho messo anche i miei funghi. Ho portato a completa cottura, ci vorranno circa 15 minuti, girando ogni tanto. Non posso indicarvi la giusta dose di brodo che ci vorrà, dipende da quanto assorbe il riso e dall’umidità che avete dalle vostre parti. Per darvi un indicazione ci vorranno quattro parti circa di liquido, rispetto al riso, nel nostro caso, circa 600/640gr di brodo.

Quindi ho spento il fuoco, assaggiato e aggiustato di sale, messo un piccolo giro di pepe, circa 30gr di burro e una bella manciata di grana. Ho mantecato girando la pentola e il cucchiaio di legno. La pentola va girata avanti e indietro e il cucchiaio in senso rotatorio. E’ più difficile dirlo che farlo! Lasciate riposare giusto un attimo e servite. Risotto con i funghiIl risotto deve presentarsi bello cremoso e ben amalgamato. Provateci e se non son stata chiara sono qui. Poi ditemi però quanto è buono! 😉 Risotto con i funghi

Vi aspetto al prossimo appuntamento con la ricetta regionale, questa settimana tocca al …… curiosi eh?! Un bacio

 

Print Friendly, PDF & Email

29 pensieri su “Risotto con i funghi porcini”

  1. Avatar

    E infatti guarda che mantecatura ha questo risottino,si si vede che sei un’appassionata e non lasci nulla al caso!Questo è il secondo risottino appetitoso che vedo in rete e devo dire che mi avete proprio convinto:oggi si va di risotto!Un abbraccio cara,buona settimana e un abbraccio al tuo papà…una famiglia in salute è davvero ciò che più conta!

  2. Avatar

    Ciao Terry cara, sono tanto contenta che il tuo papà stia meglio e ti capisco, la famiglia è un tesoro prezioso… è la nostra forza! Per me è davvero importante <3 Il mio weekend non è stato dei migliori perché venerdì una brutta influenza gastro intestinale ha pensato bene di venirmi a fare visita e così per 2 gg non ho toccato cibo e sono stata abbastanza male ma adesso va meglio, sono sulla via della guarigione e comincia anche a tornare l'appetito 🙂 Il tuo risotto deve essere ottimo, bello cremoso, bravissima! 🙂 Ti abbraccio forte e ti auguro una splendida settimana 🙂 <3

    1. ipasticciditerry

      Grazie Vale, spero davvero che stai meglio … mi spiace mannaggia! Con questo tempo ballerino capitano questi acciacchi. Buona giornata tesoro

  3. Avatar

    Un risotto che parla di amore, affetto, calore e unione.. tutto ciò che trasmetti tu parlando della tua stupenda famiglia e del week end appena trascorso. Trovo che tu sia splendida, davvero.. e con cuore sognante e un po’ malinconico penso a quella pace sperando che un giorno giunga anche per me. <3 che il cielo ti regali quelle emozioni ad ogni passo, tesoro. Ti voglio bene e complimenti!

    1. ipasticciditerry

      Grazie Ely, tu parli davvero in poesia … Mi auguro anche io con tutto il cuore, che prima o poi arrivi la pace anche per te. Ti abbraccio e ricambio il tuo bene.

  4. Avatar

    Leggere dei progressi del tuo papà mi rende tanto felice…l’amore che proviamo per i nostri genitori è infinito…
    Che buono il tuo risotto..in questo momento ho una fame esagerata…e un bel piattino lo mangerei molto volentieri 🙂
    Ti abbraccio <3

    1. ipasticciditerry

      Grazie Mary, è proprio come dici tu, l’amore infinito per i nostri genitori e il pensiero che un giorno non saranno più con noi mi fa godere a fondo della gioia di vederli in salute. Il risottino ti consiglio di provarlo, veloce e godurioso a mille. Un baciotto tesoro

  5. Avatar

    Ciao Terry, la cremosità di questo risotto è perfetta, immagino il suo profumo e il sapore meraviglioso!!! Brava!!!
    Sono felice per il tuo papà, e goditi la famiglia… è la cosa più importante!!!
    Bacioni, buona settimana…

  6. Avatar

    Terry sono felicissima che il tuo papà stia meglio… mi fa piacere che si stia riprendendo bene. Anche il mio papà ogni tanto ha il cuoriscino che da problemi quindi so cosa vuoi dire… Il risotto che buono, e se non lo spieghi tu come si deve fare chi ce lo spiega? Ti bascio forte forte!!!

  7. Avatar

    buongiorno terry, io che ho la fortuna di poter ammirare le foto di te e della tua famiglia su facebook posso dire che siete bellissimi. non ci sta nulla di meglio di stare vicini alle persone che si amano. è bello sentirti serena e felice. Un bacione terry

    1. ipasticciditerry

      Sai serena e felice forse no però ho fiducia e speranza che un giorno le cose possano cambiare. Del resto non si può avere sempre e solo rogne, no? Grazie per la mia famiglia, guai se non avessi loro. Un bacione Maya

    1. ipasticciditerry

      Grazie Simona, per noi lombardi il risotto è un must, lo sai anche tu. Io lo faccio almeno una volta a settimana ed è difficile che non mi venga bene, Un bacione grosso anche a te

  8. Avatar

    ciao tesoro!!
    ahhhhh il risotto ai porcini lo faccio almeno ogni 15 giorni! uso quelli surgelati, interi. Le rare volte che li trovo freschi preferisco mangiarli crudi in insalata, mi sembra quasi un sacrilegio cuocerli 🙂
    così come non mi piacciono quelli secchi, proprio no.
    vabbè andiamo al dunque 🙂 non li bollisco nel brodo, li sfumo un po’ in padella, ma poco, poi cuociono insieme al risotto, mi piace che rimangano quasi crudi a fine cottura. E poi carnaroli senza ombra di dubbio! io ci aggiungo anche zafferano, pepe verde al mulinello e prezzemolo tritato. se ho qualche foglia di menta anche, pochissime però, devo sentire i porcini 🙂

    Sono felice che il tuo papà stia meglio!! proprio contenta! si “sentiva” che eri un po’ preoccupata. Vedrai che qualcosa uscirà fuori pure sul fronte lavoro, io incrocio tutte le dita, pure quelle dei piedi, per te :)))
    un abbraccio!!! (dita incrociate permettendo!!!)

    1. ipasticciditerry

      Non devono bollire nel brodo, devono solo sgelarsi, poi cuociono insieme al riso. E comunque il brodo stesso, dove li hai calati a sgelare, lo metti nel risotto, quindi resta tutto il profumo e il sapore. Con zafferano, con menta o qualsiasi altra cosa, viene sempre un buon risotto ma il “Risotto con i porcini” è puro, non contaminato da altri sapori. Provalo e vedrai che delicatezza e che profumo.
      Eh lo so che si sentiva … io sono troppo linda, non riesco a fingere. Grazie mille per gli incroci bella rossa mia! ♥

      1. Avatar

        aaaaahhh vedi che non avevo capito la storia dei porcini nel brodo??
        proverò tesoro, e sono d’accordo con te sugli aromi, di solito ne metto sempre pochissimi proprio per non “sporcare” il sapore dell’ingrediente principale.
        il prossimo lo farò così!
        bacione beddha mia

  9. Avatar

    che goduria…………….vado matta per i funghi porcini, e quindi anche il risotto……..mi hai fatto venir voglia…..mannaggia la lontananza……………..
    bacione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.