Gelatine di frutta

Gelatine di frutta. Eccomi qui con il consueto appuntamento di #bloggaline #scambiamociunaricetta. Ormai sapete quanto sia  affezionata e cerco di non perdermi nemmeno un appuntamento. Questo mese il mio abbinamento è stato con Giulia e il suo bellissimo blog. Dopo aver iniziato a  sfogliarlo, sono incappata in queste Gelatine e subito mi si sono illuminati gli occhi. Mia figlia non è molto d’accordo che io dia le caramelle ai bambini e cerco sempre di rispettare le sue decisioni, visto che i figli sono i suoi. Però se parliamo di caramelle fatte in casa, penso il discorso sia diverso e poi parliamo di una caramella ogni tanto, mica tutti i giorni.

Ecco che quindi mi sono organizzata e preso Mirtilli, Fragole e lamponi, mi sono cimentata in questa ricetta. Naturalmente appena fatte le ho distribuite equamente per non rischiare di mangiarle tutte io prima che arrivassero ai bimbi! Lo so, sono irrecuperabile ma sono golosa, che ci posso fare? Giulia, è stato un piacere incrociarti questo mese. Gelatine di frutta.

Ingredienti

12 g di gelatina in fogli

90 g di frutta a piacere

120 g di zucchero

Il succo di mezzo limone

Zucchero per rivestire le gelatine q.b.

 

Procedimento:

E’ molto semplice, mettere a bagno i fogli di gelatina in acqua fredda per almeno dieci minuti. Nel frattempo pulire la frutta e farla a pezzettini in un mixer. Frullarla fino a ridurla in purea. Mettere in una pentolina con il succo di limone e lo zucchero. Far sciogliere bene lo zucchero e far prendere il bollore. Aggiungere la gelatina ben strizzata e girare per farla sciogliere. Mettere questo composto negli appositi stampini. Io ho usato quelli in silicone, dei cioccolatini. Far raffreddare e portare in frigorifero per almeno una notte. Il giorno dopo, sformarli e passare le formine nello zucchero semolato.

Dunque io li ho divisi subito nei vasi e regalate.

Non conservatele nei vasi però, altrimenti lo zucchero si scioglierà creando un acquetta, spiacevole. Io ho fatto questo errore, le ho dovute passare velocemente sotto acqua, fatte asciugare di nuovo e passate poi di nuovo nello zucchero. Vi consiglio di metterle stese in un vassoietto e conservare quelle che non mangerete subito, in frigo. Si conservano alcuni giorni.

Confesso che a me si è aperto un mondo, ora voglio fare altri esperimenti, con calma. Tipo diminuire la gelatina e lo zucchero. Oppure incartare ogni singola gelatina nella carta, come fossero proprio delle caramelle. Così sarebbero più pratiche da portare in giro. Vi consiglio di provarle, sono proprio golose.

Oggi ho deciso di pubblicare questa ricetta, così potrete sperimentarla nel fine settimana, se vi va. Poi ora i frutti di bosco sono nel pieno della loro stagione e quindi ideali per fare queste Gelatine. Visto che siamo a giovedì vi lascio il mio augurio di un buon fine settimana. Al mio paese ci sarà la notte bianca sabato in occasione della festa del paese. Luglio per noi è un mese molto festaiolo, l’ho già detto negli scorsi anni. Ogni fine settimana c’è una manifestazione, bancarelle, giostre, musica … insomma si sveglia il paese!

Goditi la vita perchè è una sola e non va sprecata.

 

 

Print Friendly, PDF & Email

24 pensieri su “Gelatine di frutta”

  1. Avatar

    Io ho provato una volta e la cosa dell’acquetta mi ha traumatizzato, tanto che non le ho più fatte. Quindi tu le tieni senza zuccherarle e le zuccheri solo quando le mangiate giusto? ma come fanno quelle che si comprano?

    1. ipasticciditerry

      Non so dirti come fanno quelle che si comprano. Io ora sto provando con le modifiche da me pensate. Poi vi aggiornerò, mettendo una nota, sotto la ricetta. Io comunque le ho zuccherate tutte e messe su un vassoio, stese, senza sovrapporle… quelle che non abbiamo mangiato subito!

          1. ipasticciditerry

            Ho fatto delle modifiche, diminuito la gelatina e lo zucchero ma non ci siamo, restano troppo molli. Alla fine questa è la ricetta migliore. Puoi comunque ovviare all’acquetta passandole nello zucchero, solo al momento di servirle.

  2. Avatar

    guarda sai che io sono peggio di tua figlia sulle caramelle, ma queste sono speciali davvero! Me le segno da provare (dopo il parto) e ti dirò se la mia nanetta le apprezzerà!
    chissà quando mai riuscirò a riprendere con lo scambio ricette anche io…. ahhhhh che pazienza ci vuole! 😀
    un bacino a voi

    1. ipasticciditerry

      Io concordo con voi che non si possono mangiare troppe caramelle, fanno male per molte ragioni: i denti, lo zucchero ecc … ma una ogni tanto, si può fare e poi, subito a lavarsi i denti. Non pensare allo scambio ricette ora, mi pare sei impegnata in qualcosa di molto più importante! Un abbraccio grande tesoro, ti penso tanto ♥

  3. Avatar

    ti sono venute da manuale, sono stupenderrime. e di sicuro 1000 volte meglio di quelle comprate 🙂 non le ho mai fatte anche se la tentazione è sempre stata forte però la cosa dello zucchero l’avevo letta, infatti andrebbero rotolate appena prima di consumarle. il chimico che è in me sarebbe curioso del perchè altrimenti si scioglie. sarà l’umidità della caramella? un abbraccio tesoro, buon fine settimana

    1. ipasticciditerry

      Dici che andrebbero rotolate prima di mangiarle? Non lo so, ora devo fare alcuni esperimenti, poi vi dico. Fanno l’acquetta solo quelle chiuse in un barattolo. Se le lasci stese su un vassoio, senza sovrapporle e scoperte, non la fanno l’acquetta. Studia dai, così poi mi dici. Io sono una “pasticciona” una che prova, che fa esperimenti, non sono una chimica 🙂 Grazie Fede, buona domenica a te

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.