Pasta fresca – Orecchiette con cime di rapa

Buongiorno, come state?
Io sto cercando di riprendermi da questa influenza che ha praticamente decimato l’Italia. Nonostante sia chiusa in casa da domenica, il raffreddore e la tosse la fanno ancora da padroni.
Ieri sera, nonostante poche lineette di febbre ho impastato il mio pane della settimana; una cosa carina che, se viene come deve venire -sta lievitando- vi farò vedere nei prossimi giorni.
no
Oggi invece voglio parlarvi delle mie orecchiette con le cime di rapa. Qui le ricette e i modi di farle sono molteplici, nella Puglia stessa ogni famiglia ha il suo modo di prepararle.
Io, come ormai sapete, sono di origini pugliesi. Faccio le orecchiette da quando avevo dieci anni, con la nonna o con mia mamma, mi piaceva un sacco vederle “sbocciare” tra le mie dita piccoline di allora.
Oggi, logicamente, le mie dita sono un pochino più grandi e di conseguenza anche le mie orecchiette 😉
Mio marito sostiene che le “mie” orecchiette sono più buone di quelle che fa mia madre (che se lo sente lo corca) e anche di quelle mangiate nei vari ristoranti. Voi direte: cosa hanno di speciale le tue orecchiette? Hanno che io non faccio spappolare la verdura ma resta bella croccante e saporita. Mio marito è un milanese doc e prima di incontrare me non sapeva nemmeno cosa fossero le cime di rapa, ora ne va pazzo anche stufate con aglio, olio e un pizzico di peperoncino.
Di cime di rapa ce ne sono di diverse qualità, io preferisco le napoletane, sono piccoline e a noi garbano di più delle altre. Sotto vi metterò una foto presa dal web perchè non ho pensato a fotografarle crude.
Veniamo alla ricetta
Ingredienti per due persone:
per le orecchiette
250gr di semola di grano duro
acqua q.b. (circa la metà della semola)
600gr di cime di rapa
4 filetti di acciughe sott’olio o sotto sale, meglio ancora
olio evo un bel giro, non lesinate
se vi piace poco peperoncino
Procedimento:
Per prima cosa ho preparato le orecchiette. Ho impastato la semola con l’acqua tiepida, deve venire un impasto sodo e non appiccicoso. Ho lasciato riposare per circa 30 minuti, coperto con una ciotola rovesciata sopra. Ho poi fatto dei rotolini e formato le mie orecchiette. Avevo fatto un video in occasione della ricetta Orecchiette alla pizzaiola, ve lo rimetto così vedete come fare.
Mentre l’impasto delle orecchiette riposava ho pulito la mia verdura, eliminando tutte le parti dure.
Le ho fatte a pezzi e messe a bagno;  lavate con abbondante acqua per due o tre volte. Le ho lasciate scolare e ho formato le orecchiette, come sopra.

Ho messo a bollire abbondante acqua, l’ho salata (poco sale vi raccomando che ci sono le acciughe) e ho messo dentro le mie cime di rapa, ho lasciato riprendere il bollore e poi ho gettato dentro anche le orecchiette.
A parte in un padellino ho messo le mie acciughe ben pulite in abbondante olio evo. Accendetelo quando gettate le orecchiette nell’acqua, senza far bruciare.
Quando le orecchiette vengono a galla, lasciarle bollire per circa due minuti, assaggiatele e scolatele molto, ma molto bene, sopratutto la verdura che tende a trattenere acqua.
Le ho rimesse nella pentola e condite con il mio olio alle acciughe, che nel frattempo si saranno disfatte. Girare bene per far insaporire a fuoco spento e servire.
Come vi sembrano?
Print Friendly, PDF & Email

32 pensieri su “Pasta fresca – Orecchiette con cime di rapa”

  1. Avatar

    Hanno un bellissimo colore, Terry! Io aggiungo anche l’aglio in padella, dal resto la preparazione è uguale, solo che io le compro le orecchiette. Dirai una grossa differenza. E’ così. La pasta fatta in casa si sa, è la migliore.
    Brava!

  2. Avatar

    Buonissime le tue orecchiette, come dici tu ogni famiglia le fa in modi diverse, io quest’anno non le ho ancora fatte, di solito ogni anno mia suocera ci manda un pacco con le cime di rapa, quest’anno niente e quelle che ci sono quà non m’ispirano per niente!!!
    Un bacione da una pugliese….;)

  3. Avatar

    sei fantastica………..io ho provato a fare le orecchiette, e mi son venuti su i nervi…………..siamo in troppi…………..con le cime di rapa buonissimi………….ogni tanto li mangio
    baci

    1. Avatar

      Tu le devi mettere tutte intorno al tavolo, un pezzettino di pasta per uno e via, pronte le orecchiette. Mia nonna e mia mamma facevano così con me e i miei fratelli … e noi eravamo piccoli. Un bacione Bedda

  4. Avatar

    Ciao Terry, ho visto per anni e quasi tutte le domeniche mia madre fare le orecchiette, avrei dovuto imparare qualcosa…invece l’unica volta che ci ho provato sembravano pezzetti di impasto staccati dalla massa uno ad uno, forse un giorno ci riproverò????!

  5. Avatar

    Quanto mi piacciono Terry, le faccio spessissimo anche io!!
    Proprio oggi sono andata nell’orto a raccogliere le ultime cime di rapa e domani le preparo per pranzo!!
    Un bacione e buona serata
    Carmen

  6. Avatar

    Terry, anche io le preparo come te! Non faccio la pasta, o meglio qualche volta la faccio , ma finisce sempre che rompo le orecchiette e ora so perché. Tu scrivi che l’impasto deve essere sodo! Ci riprovo e poi ti faccio sapere!
    Baci cara e guarisci presto !

    1. Avatar

      Ciao Sandra grazie. Ok poi fammi sapere.

      ps oggi ho fatto un pane alle erbe provenzali ispirandomi a uno dei tuoi pani; è venuto benissimo, nei prossimi giorni lo pubblico.
      Un bacione a te cara, spero che stai meglio anche tu.

  7. Avatar

    Ecco, io sono una di quelle che credo non abbia mai provato le cime di rapa (o almeno, non che io sappia!). Però mi incuriosiscono parecchio, anche perché le tue foto ispirano tantissimo! Un abbraccio e buona guarigione!

    1. Avatar

      Magari avessi un ristorante … no, no, in Italia è un pò difficile avere una propria attività, non ti fanno vivere.
      Grazie e passa nei prossimi giorni che ho delle ricettine molto interessanti da pubblicare, appena sto meglio.
      Un bacio

  8. Avatar

    Io ho già dato con l’influenza!
    Allora tra me e le orecchiette c’è sempre stato un rapporto di amore (da piccola avevo una mia amica la cui mamma nata a Molfetta, le preparava divinamente) ho sempre sperato di prepararle come lei …ma non ci sono mai riuscita e purtroppo ci ho rinunciato. adesso con il tuo video riprendo a a provarci , Bellissime e complimenti per la manualità
    Buona giornata

  9. Avatar

    Come promesso son tornata a dirti grazie!Io sbagliavo proprio la consistenza della pasta, con l’impasto più sodo non ho avuto nessun problema : orecchiette fantastiche!! E adesso non le compro più, farle è un attimo davvero!
    Baci , buon fine settimana:)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *