Linguine alle vongole

Buon venerdì a tutti!

Innanzitutto vi ringrazio per gli incoraggiamenti e la solidarietà per i miei acciacchi. 😉 Ho iniziato la cura e spero di stare meglio al più presto, ne sono certa.
Detto questo di cosa vogliamo parlare oggi? Oggi non mi dilungherò perchè ho mille cose da fare e il tempo è sempre tiranno, nonostante sia a casa tutto il giorno. Per inciso voglio solo dirvi che sono umana anche io e l’altro giorno ho impastato le mie Briosce morbidissime e dopo 21 ore di lievitazione in forma, non si sono schiodate che di un centimetro … quindi stamattina ne ho cotto una padella e credo che le utilizzerò come arma contundente contro chi mi farà arrabbiare aahahhhahhhh. Le altre teglie non le cuocio nemmeno, ora vedo cosa farci. Questo per dirvi che capitano anche ai più esperti i fiaschi. Il problema? Secondo me, a formatura avvenuta, hanno preso un colpo d’aria. Avevo la finestra aperta e qui da me al mattino e alla sera siamo intorno ai 10/13 gradi! Pazienza.
Oggi voglio lasciarvi la ricetta delle linguine alle vongole. Piatto semplice, direte voi, e che ci vuole? E invece anche un piatto semplice, secondo me, va fatto con attenzione, altrimenti si sentirà solo il sapore della pasta (buona quanto vuoi ma sempre e solo pasta è) e il sapore delle vongole, se sono buone e fresche. Invece i sapori devono amalgamarsi e prendere un unico sapore. Perciò vi dirò come le preparo io. Le linguine e gli spaghetti sono gli unici formati di pasta che compro, il resto lo faccio io in casa. Questi sono formati troppo particolari.
Quindi scegliete della buona pasta di grano duro. La pasta a noi piace al dente e la passo sempre gli ultimi minuti in padella con i condimenti e poca acqua di cottura. Secondo me l’amido presente fa da legante tra la pasta e il sugo e acquista il giusto sapore.
Ingredienti per due persone:
500gr di vongole veraci
160gr di linguine
1 spicchio di aglio
prezzemolo
del buon olio evo
peperoncino se piace
Procedimento:
Ho messo a bagno in poca acqua salata le vongole e ho cambiato l’acqua un paio di volte, cominciando due ore prima della preparazione. Se non avete tempo, come me, potete lasciarle a bagno di più. L’importante è lasciarle a spurgare in modo che perdano la sabbia che trattengono all’interno. L’acqua deve essere a t.a., nè calda e nè fredda. Ci sciogliete il sale e le mettete dentro.
Ho messo in una larga padella pochissimo olio, e poi le vongole. Le ho coperte a fiamma media, lasciando che si aprissero bene. Quelle che non si aprono buttatele perchè non sono fresche.
Le ho messe in un contenitore a intiepidire con tutta la loro acqua di fuoriscita e poi ne ho sgusciate la gran parte. Io lo faccio perchè altrimenti ora che stai a togliere i gusci per mangiarle insieme alla pasta si raffreddano le linguine!
Ho messo le linguine a cuocere in abbondante acqua salata. Nel frattempo nella stessa larga padella dove ho aperto le vongole, ci ho messo uno bello spicchio di aglio e un bel giro di olio evo. Ho fatto scaldare a fiamma media e quando ho sentito il profumo dell’aglio ci ho messo dentro le vongole sgusciate e le altre con il guscio, ho tolto l’aglio perchè a noi piace solo il sapore e così non ce lo troviamo nel piatto.
Ci ho buttato dentro l’acqua delle vongole che avevo tenuto da parte, facendola passare da un colino, così se ci dovesse essere della sabbia la troverete nel colino a maglia fitta, Ho aggiunto anche le linguine ben più che al dente.
Le ho fatte saltare e se serve ci aggiungo anche poca acqua della pasta, per ultimo ci metto il prezzemolo e, per chi piace un pizzico di peperoncino. Io sono intollerante e purtroppo lo devo evitare ma ci starebbe proprio bene.
Ecco qua il mio piatto di linguine perfettamente al dente e saporite.
Buon week end a tutti voi.
Print Friendly, PDF & Email

32 pensieri su “Linguine alle vongole”

  1. Avatar

    Ma sai che a me è successa la stessa cosa la settimana scorsa ? Avevo preparato due impasti a lentissima lievitazione, con il licoli…bè, non sono cresciuti affatto..una cosa assurda ! Avevo pensato anche al cambio di temperatura..non saprei…stasera, comunque rinfresco per bene il licoli e vedo che succede. Quindi si, anche a chi è esperto capitano incidenti di percorso 🙂
    Sto piatto di pasta ha una faccia splendida….

    1. Avatar

      Grazie Mary. In effetti mi sembra utile dire anche degli insuccessi … perchè chi ha difficoltà pensa che a noi, che siamo un npochino più esperte di lieviti naturali, vada sempre tutto bene. Invece no, i pastrocchi capitano anche a noi aahhhhh. Comunque ho tirato fuori dei biscottini proprio buonini, nei prossimi giorni ne parlerò e vi farò vedere come ho recuperato. L’abbraccio me lo prendo tutto, ne ho proprio bisogno. Grazie tesoro

  2. Avatar

    ciao Terry, spero che la cura dia buoni risultati presto!
    Eggià, il tempo è cambiato e ci si avvicina presto al freddo inverno..
    Buonissimo questo piatto, da quando vivo qui non compro pesce ma devo iniziare a farlo, aimè non troverò i pesci che mi piacciono ma le vongole di certo si!

  3. Avatar

    Vedrai, andrà meglio presto, amica mia! Io te lo auguro di cuore! In quanto ai fiaschi.. uh, sapessi quante volte mi sono ritrovata con dei dolci che parevano essere fatti con la ghiaia di superficie di Marte!! Le brioches, poi.. sono così esigenti in fatto di temperatura (io le capisco, per carità.. ma.. dopo ore di lievitazione un piccolo sforzo per noi potrebbero farlo, eh). 🙂 Sei stupenda e le linguine alle vongole non sono affatto scontate: sono arte, e come ogni forma d’arte vanno fatte a maniera! Le tue sono perfette!! Le adoro 😀 TVTTTB

    1. Avatar

      Grazie Ely, sei davvero molto cara. Mi sembrava giusto dirlo per tutte le persone che mi scrivono, anche in privato, per farmi i complimenti per i miei livitati … a tutti capitano gli imprevisti. i lievitati vivono di vita propria e possono anche avere la “giornata storta” come noi. Mai perdersi d’animo, il cibo non si butta mai e qualcosa da farci si trova sempre. Vedrai nei prossimi giorni cosa ci ho tirato fuori 😉 Ti raccomando abbi cura di te, un abciotto

  4. Avatar

    Ciao Terry, spero davvero che la cura che hai iniziato sia quella giusta e che ritornerai presto in formissima ^_*
    Le foto di questa pasta mi hanno fatto aumentare la salivazione, questa piatto è uno spettacolo, bella ricetta bravissima!!!
    bacioni, felice fine settimana…

  5. Avatar

    Mi piace questo ottimismo! Più lo sei e prima ti riprenderai 🙂
    Per quanto riguarda le tue linguine hai ragione: anche le cose più semplici vanno fatte con cura e attenzione per ottenere un ottimo risultato e tu lo hai ottenuto! Peccato per le brioche, anche io ogni tanto faccio qualche disastro, ma capita a tutti 🙂

  6. Avatar

    Ciao Terry 🙂 Ti auguro con tutto il cuore di stare bene al più presto e sono sicura che sarà così, la cura andrà benissimo <3 Questi spaghetti sono strainvitanti, da napoletana non posso che apprezzare e lo sai che proprio oggi li ho mangiati però abbinati alle zucchine? 🙂 Complimenti, un abbraccio e buon weekend :**

  7. Avatar

    Ciao Terry, mi fa piacere che cominci a stare meglio! Dai!
    I piatti semplici non esistono, c’è chi fa da schifo anche una pasta al pomodoro…
    Ogni piatto “comune” può distinguersi per classe, come in questo caso.
    Baci!

  8. Avatar

    Ciao Terry, mi fa piacere leggere che hai iniziato la cura e sicuramente andrà bene. A parte la seccatura degli impasti che non lievitano, mi è piaciuto il modo simpatico di raccontarlo. 🙂
    Le linguine alle vongole sono tra i primi preferiti, grazie per i tuoi consigli che saranno senz’altro utili per preparare ancora meglio questo piatto da re!
    un abbraccio cara e a presto!

  9. Avatar

    Bontà la linguina…. Terry mi sei di conforto… Sto facendo in queste ultime ore dei cornetti e questa mattina ero all’ultimo passaggio: la stesura dell’impasto e la formatura dei cornetti… mah… l’impasto pure me pareva ‘na preta…. vedremo se metterli insieme alle tue brioches o invece decideranno di crescere… Un bascione!!!

    1. Avatar

      Come è andata poi? Le mie briosce si sono trasformate in biscotti buonini, buonini. Siccome sono tanti nei prossimi giorni ne parlerò e vi racconterò tutto e ve li farò vedere. Alla fine sono contenta lo stesso. Boonaaa la linguina ehh? Un baciotto a te cara Patty

  10. Avatar

    Certe volte i lievitati sono birichini… basta una piccola ventata e tutta la fatica si trasforma in un fiasco. Vedrai che la prossima volta saranno perfette!
    Come lo sono queste linguine alle vongole.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.