Pan carrè agli albumi multicereali

Oggi voglio parlarvi di questo Pan carrè, o come lo chiama Valentina Panbriosce multicereali con gli albumi. L’avevo vista da lei QUI che a sua volta l’aveva vista da LUI e mi aveva subito incuriosito, visto il mio successo con la famosa Colomba perfetta, in cui avevo usato gli albumi, (che altrimenti vagavano sempre per il freezer, fino a quando li utilizzavo per fare dolci, che non mi soddisfacevano mai appieno) oppure della pasta fresca, senza tuorli.

Guarda caso avevo tre albumi, che stazionavano in frigo dopo aver fatto la crema pasticcera per Bruca e allora? Prendi e impasta 🙂 Naturalmente io ho fatto le mie brave piccole modifiche, dovute semplicemente al fatto che in casa mi trovavo farine diverse, da quelle da lei usate. Poi ho diminuito anche i semi perchè avevo solo quelli di girasole e quelli di sesamo in casa. E poi perchè mio marito mi tarpa sempre le ali!! Ma di questo ne parleremo in un altro post 😉 041Ingredienti per un Pan carrè da 500 g e una pagnottina

260 g farina manitoba Qb

60 g farina 0

20 g farina di avena

120 g di pasta madre al raddoppio (con ldb: fate un lievitino con 2 g di ldb impastato con 80 g di manitoba e 40 g di acqua, fate raddobbiare e poi proseguite con la ricetta)

160 g di latte

40 g di zucchero

80 g di albumi

15 g di fiocchi di cereali misti

5 g di sale

20 g di semi di girasole e di sesamo

40 g di burro morbido

semi per decorare

Procedimento:

La mia pasta madre, dopo il rinfresco scalpitava … 😉 018Ho messo tutti gli ingredienti, escluso il burro e il sale, nell’impastatrice e fatto amalgamare appena il tutto. Poi ho lasciato riposare per una mezz’ora. Ho fatto ripartire l’impastatrice con la frusta k, prima sul 1 aumentando i giri, fino ad arrivare al 3. Ho quindi aggiunto il sale e il burro a pezzetti e lasciato incordare. Ho messo in una ciotola e lasciato riposare circa 2 ore. Quindi ho messo in frigo, ben coperto per circa 12 ore.  Ho tirato fuori la mia ciotola, lasciato acclimatare per circa un oretta. Pan carrè agli albumiQuindi ho rovesciato sul piano leggermente infarinato, arrotolato su se stesso e poi diviso in pezzature da 250 g. Ho arrotolato di nuovo ogni pezzo di pasta, prima da un lato, poi girato di 90° e fatto di nuovo. A me ne sono venute due e mi è avanzato poco impasto con cui ho fatto una pagnotella. Ho sistemato i tre pezzi da 250 g in uno stampo da plum cake, rivestito di carta forno. Ho spennellato di acqua e cosparso i miei semi. Lo stesso ho fatto con la pagnottina. Ho lasciato lievitare per circa 5 ore. Pan carrè agli albumi1 Ho infornato a 180° in forno statico, partendo da freddo. Ho lasciato cuocere per circa 35/40 minuti, tirando fuori il Pan carrè dallo stampo negli ultimi 5 minuti, così si asciuga bene. 043 045Che vi dico; un ottimo Pan carrè che resta morbido per circa 4 giorni, di più non so perchè è finito. Io l’ho tenuto in un cellophane spruzzato di alcool, come faccio con le colombe & C. E’ un Pan carrè neutro, che potete mangiare con il salato ma anche con il dolce. Da rifare di sicuro. 049 050Questo pan carrè lo mando a Valentina che me lo ha ispirato, questo mese ospita lei la raccolta (meravigliosa) di Panissimo, creata da Sandra e Barbara. Ragazze vi penso sempre, lo sapete vero? finale di stagioneE poi lo mando anche alla loro gemella polacca, per te Panissimo polaccoBuona giornata a tutti e alla prossima 🙂

Print Friendly, PDF & Email

26 pensieri su “Pan carrè agli albumi multicereali”

  1. Avatar

    Ciao,
    leggo sempre le tue ricette.
    So che stai cercando un lavoro, abito anch’io in Brianza e la mia azienda sta cercando una persona (bisogna aprire la partita IVA). Se mi scrivi ne possiamo parlare. Ciao
    Oriana

  2. Avatar

    Se l’artefice è Stefano, io non nutro dubbi. Se poi sei tu l’esecutrice, ancora meno!!!

    Vorrei tanto assaggiarlo, Terry!
    Hai fatto un ottimo lavoro.
    Un abbraccio profumato
    :* <3

  3. Avatar

    Ciao Terry che bontà questo pane…sto cercando di svuotare il freezer e la dispensa prima di andare dai “nonni” e questo pane e’ un ottimo modo x utilizzare molte cose che stipiamo, dimenticandocene…un bacio ciao ciao Luisa

  4. Avatar

    Ciao, Terry. Non ho saputo resistere a questa delizia: ho preso la mia pm che giaceva dimenticata in frigo da più di un mese, l’ho rinfrescata per 2 giorni (dopo aver visto cosa sarebbe dovuta diventare è stata molto collaborativa :)) e oggi pomeriggio ho impastato. Unico problema: avevo una farina multicereali un po … scarsa! Domani ti saprò dire qualcosa sul risultato.
    Un bacio grandissimo

  5. Avatar

    ciao ho trova molto interessata questa ricetta e un sistema alternativo x riciclare gli albumi ma mi lascia perplessa la cottura in forno a freddo senza preriscaldare ho letto e capito giusto?grazie

    1. ipasticciditerry

      Esatto. io in genere, cuocio tutto partendo da freddo, ho notato che gli dà una spinta in più, i lievitati si alzano ancora in funzione della temperatura che va su gradualmente. Provaci e poi mi dirai se non è vero. Grazie e se ti va fammi sapere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *