Sicilia – Scacciata o ‘mpanata

Eccoci con Il nostro quinto appuntamento con le ricette Regionali Italiane; Oggi la Sicilia. E qui, permettetemi di fare una parentesi su questa BELLISSIMA regione della nostra bella Italia. Si perchè la Sicilia appaga tutto cio che io mi aspetto quando visito una regione: bellezza di monumenti, meraviglie della natura, mare stupendo, cucina fantastica e gente …  non trovo aggettivo adeguato per descrivere cosè la gente siciliana! Ospitale, simpatica, buona d’animo, generosa … no, non rende ancora bene sono i siciliani, io li amo! Ho un amica del cuore, anzi di più, una gemella, Patty, con cui, nonostante la distanza condivido gioie e dolori, ci sentiamo tutti i giorni, se non più volte al giorno. E ho amicizie  diverse, anche tra voi blogger che mi state leggendo, vero Carmela, Maria, Roby,  Mimma , Florinda , Leya, Ketty , Mariabianca , ecc … Naturalmente sono d’accordo che anche qui ci saranno le persone antipatiche e magari non proprio oneste, come del resto ci sono in tutte le parti d’italia, no? Io però ho avuto la fortuna di incontrare solo gente meravigliosa. E quindi questo post lo dedico a tutti voi amici siciliani, perdonatemi se la ricetta che ho scelto, non sarà identica a quella che conoscete coi ma, come ho gia detto, per questa  rubrica mi affido alla mia enciclopedia, per cui se ci sono delle differenze con le vostre ricette, la colpa non e mia 😉

Veniamo alla ricetta che ho scelto; ‘mpanata o scacciata. Quella classica mi ha detto la mia amica Patty è con i broccoli ma, siccome mio marito li odia, ho dovuto scegliere la versione con la carne di maiale. Però vi scrivo anche quella con i broccoli,  mi dicono però che vale assolutamente la pena di provare. Ho scelto questa ricetta ma avrei potuto scegliere la Pasta alla Norma, la pasta con le sarde (Meravigliosa), Gli Arancini, i cannoli ripieni, le paste di mandorle … insomma davvero avevo l’Imbarazzo della scelta. Ho voluto scegliere una ricetta da noi poco conosciuta, che non trovate dappertutto, eccovi quinid la ricetta. Siete pronti? Via. 043Ingredienti per la pasta di:

350gr di farina 00

10gr di ldb (io ho usato 50gr di lievito naturale liquido dopo il Raddoppio)

170gr di acqua

2 Cucchiai di olio evo

7gr di sale fino

Per il ripieno (io ho usato una teglia 20×30)

300gr di carne macinata di maiale

cipolla

Caciocavallo (io ne ho usato uno fresco)

Olio evo

(Qua si possono aggiungere dei broccoli scottati)

Procedimento: Ho impastato l’acqua e il Lilì (se usate il lievito di birra, mettetelo adesso), olio. Io ho usato il bimby, prima 1 minuto funzione spiga, poi ho aggiunto farina, olio e sale, per altri 2 minuti, sempre funzione spiga. Potete impastare come vi pare, a mano o con l’impastatrice. Ho formato la mia palla, messa nella ciotola e lasciata a t.a.per circa 4 ore e poi messo in frigo per tutta la notte. Avete visto comè birichino il mio Lilì? Voleva andare a farsi un giro 😉 Impanata di carne3La ricetta originale dice di usare la carne cruda, metterla in una ciotola con del succo di limone, il caciocavallo grattugiato (per cui presumo sia stagionato e non fresco come il mio) e il prezzemolo tritato. A me invece la carne di maiale, messa cruda non mi convinceva e quindi ho tritato finemente la cipolla e fatto imbiondire in poco olio, ho aggiunto la carne e lasciato rosolare per circa 15 minuti, coperto. Ho letto le diverse ricette, presenti sulla mia enciclopedia e qui potete aggiungere il broccolo, prima scottato in acqua bollente, oppure spinaci, ricotta, melanzane o pomodoro. In sostanza è una focaccia ripiena e ne esistono moltissime versioni, credo che dipenda da quello Che avete in casa e dai vostri gusti, giusto siciliane amiche mie?  026Tornando alla mia versione, ho preso la mia pasta (che avevo tolto dal frigo un’oretta prima per farla acclimatare) l’ho stesa e divisa in due parti, una un po più grande che ho usato per la base della mia ‘mpanata. L’ho sistemata nella teglia, coperta di carta forno. Sopra gli ho messo il mio ripieno di carne e il caciocavallo a fettine. Qui la mia gemella si è dimenticata di dirmi che ci stavano bene anche delle olive, la prossima volta le aggiungo. Quindi ho coperto con l’altra pasta, chiudendo bene i bordi.

Per la teglia che ho usato io la pasta era troppa; io ci ho fatto altro. Voi se usate una teglia più grande, aumentate il ripieno, Altrimenti fateci una focaccina o un panino fate voi, come vi pare. Ho spennellato con una emulsione di acqua e olio e messo di nuovo a lievitare per circa 2 ore. Al momento di infornare ho bucherellato la superfice con una forchetta, altrimenti la pasta si rompe e ho messo in Forno 200 ° per circa 30 minuti. E buonissima, molto sfiziosa e la carne di maiale le dà quel gusto particolare. Ha superato la  marito 😉 Vi piace come ricetta? Voi la fate tanto diversa? Fatemi Sapere. Io di sicuro la rifarò. Grazie mia gemella per la Consulenza. ♥

041046046047

Con questa ricetta partecipo alla raccolta mensile di Panissimo di Sandra e Barbara, questo mese ospitato dalla dolcissima Sandra di Dolce forno con tema “i pani regionali” e più regionale di così 😉

finale di stagione

Print Friendly, PDF & Email

35 pensieri su “Sicilia – Scacciata o ‘mpanata”

  1. Avatar

    Mamma mia Terry, che invito al morso queste foto!!
    Bellissima la “pasta” ed anche la farcitura , ovvio!
    Per rifarla ai miei cari io dovrei cambiare il ripieno, ma ciò non toglie che la Tua ricetta sia invitante assai!!
    Bacioni!!

  2. Avatar

    Già sono innamorata della Sicilia senza purtroppo averla mai vista.. <3 Così io faccio il biglietto e parto all'istante tesoro! Che meraviglia, non dico altro.. rapisce i sensi e mette voglia di un morsetto: subito! TVTTB

    1. ipasticciditerry

      Mi ricordo che me lo avevi già detto in un altra occasione che sei anche tu innamorata della Sicilia e come potrebbe essere altrimenti? Grazie gioia mia, un bacione

  3. Avatar

    Terry my sweet!!!!

    Condivido tutto quello che dici sulla meravigliosa terra di Sicilia…

    E soprattutto mi piacerebbe dare un bel morso a questa scacciata che, sinceramente, non conoscevo!!

    Ma quante cose si imparano e si scoprono nella cucina di casa tua?? :-OOOOO
    Grazie e… tu sai che ora aspetto con ansia il tuo prossimo post!!!!!

    Abbraccio grande :))))))))))))))))

    1. ipasticciditerry

      Lo so tesoro, venerdì te l’ho promesso 😉 Grazie mille, questa la devi fare Maria Teresa, come ti pare; con i broccoli, con la carne, secondo me è un buon piatto da preparare anche per delle cene in piedi o dei buffet, tagliata a quadrotti ce la vedo proprio bene. Ti abbraccio anche io tesoro, un bacio

  4. Avatar

    Nell’aspetto ricorda molto il calzone pugliese, ma la farcitura è tutta particolare..che buona che dev’essere 🙂 Ciao Terry ! Ti abbraccio <3

    1. ipasticciditerry

      Verissimo anche questo, brava Mary, è la stessa cosa che ha detto mio marito. Tra l’altro io i panzerotti pugliesi li faccio proprio con la carne, certo di manzo ma sempre carne. Provala se ti va e aggiungi le olive, ricordati.
      ps. tutto ok? Cominciavo a preoccuparmi da questo tuo silenzio, passo tutti i giorni da te e non vedo ricette nuove. Un bacione tesoro

  5. Avatar

    Ma Grazie di cuore per questa tua dichiarazione d’amore aperta per la mia bella Isola….ne sono fiera e commossa,davvero!
    dalle mie parti la chiamiamo scacciata ed è la preparazione forte di mia madre uno dei suoi “cavalli di battaglia” la prepara da leccarsi i baffi,anche la tua e goduriosa e dal pc mi vie voglia di addentarla…chissà che bontà.
    cara Terry grazie infinite per avermi annoverata fra le Siciliane di tua conoscenza,ti abbraccio di cuore.
    Z&C

    1. ipasticciditerry

      Certo Ketty, non commenterò sempre da te ma passo spesso! La tua gentilezza, la tua dolcezza mi è entrata nel cuore. Un bacione cara, a presto

    1. ipasticciditerry

      Sono contenta di averti fatto conoscere una ricetta nuova. In effetti il senso della mia rubrica è proprio quello di far conoscere piatti, anche poco noti, delle nostre regioni. Grazie Susy, a presto

  6. Avatar

    Da sicula ti dico che è bellissima e che l’addenterei con estremo piacere!
    quella tipica di Catania è: tuma e ‘angiovi (acciughe) Nel mio paese, invece, si fa con la bieta selvatica o i cavolfiori, la salsiccia e le patate. Quando vorrai cimentarti nuovamente su questo piatto, potrei fare queste varianti :*

    1. ipasticciditerry

      Lo so, la mia gemella me l’ha detto che ci vuole la tuma ma qui, al nord, non la trovo, per noi la tuma è un formaggio tipico piemontese, non credo sia uguale. Stai tranquilla che ora proverò anche le altre versioni. Un bacio tesorino, grazie

  7. Avatar

    eccomiiiiiiiiiiiiiiiiiii……………che bona……..la rifaccio in questi giorni……….a casa la mangiano tutti……..gioiaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa
    un bacione

    1. ipasticciditerry

      Eh cara Silvia mangiare ci tocca … e anche due volte al giorno perciò cerco solo di dare qualche suggerimento per non mangiare sempre le solite cose. Grazie mille cara

    1. ipasticciditerry

      Sai Cri che ho scoperto che è vera questa cosa delle mani? Ho letto che anche il calore delle nostre mani aiuta i nostri lievitati … e pensare che sono sempre gelate! Grazie e mille bacioni tesoro

    1. ipasticciditerry

      Ahhhhh adesso ho capito perchè mi piaci così tanto Christiane! Avevi il nonno siciliano, ecco perchè 😉 Grazie tesoro, un baciotto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.