Pane – Filoni con pasta madre

Ieri ho fatto questi filoni di pane per la settimana.

Ormai penso che lo sappiate, io non compro quasi mai il pane, lo faccio sempre io con la mia pasta madre o con il lievito liquido, dipende.
L’altro giorno il mio amico Nico di cook mi ha fatto vedere un video in cui si vedeva una tipa che faceva il pane.
La cosa che mi ha illuminata vedendo il video è stata che la tipa in questione ha fatto un taglio sulla pagnotta da infornare molto, ma molto profondo e il pane si è gonfiato tantissimo nel forno. il link al video se foste interessati.
Comunque tornando al mio pane settimanale, l’ho fatto più o meno come al solito. Ho rinfresato la mia pm che giaceva ferma in frigo da una settimana così:

80pm+80di farina 330w Rossetto+40 di acqua al mattino prima di andare in ufficio.
Al ritorno ho aggiunto
120pm (di cui sopra)+110gr di farina e 50gr di acqua.
Quindi la sera sono partita con l’impasto.

Ingredienti:

Pm quella rinfrescata sopra meno 50gr (che ho rimesso in frigo e oggi mi sono fatta una pizza)
500gr di farina 0 per pane del M.Chiavazza
280gr di acqua
10gr di sale
2 cucchiaini di malto

Procedimento:

Ho impastato tutto tranne la pm. Ho lasciato riposare in una sorta di autolisi per una mezz’ora. Poi ho aggiunto la pm che nel frattempo era bella pimpante. L’ho messa in una ciotola oliata e tenuta a temperatura ambiente per una mezz’ora coperta. Poi gli ho dato un giro e l’ho messa in frigo fino alle 13 del giorno dopo. Quando sono tornata dall’ufficio ho tirato fuori la ciotola dal frigo e l’ho lasciata acclimatare il tempo di mangiare qualcosa.
Poi l’ho messa sul tavolo e divisa in tre pezzi uguali (a occhio) ho fatto un giro a tre per il lungo e chiuso a libro. Ho sistemato lo strofinaccio (che tengo solo per il pane) sulla placca del forno e l’ho spolverata di semola di grano duro (ne avevo da finire nel barattolone) sopra ci ho sistemato i tre filoni, come vedete sotto in fotografia e ho lasciato lievitare per circa quattro ore, coperto e al riparo da correnti. Sapete che i tempi di lievitazione variano in funzione di molti fattori, pertanto regolatevi a vista. Una mezz’ora prima di infornare ho acceso il forno al massimo con dentro la teglia dove poi ho cucinato i filoni. Ho girato su se stessi i filoni mettendoli nella teglia rovente. Gli ho praticato un bel taglio per il lungo, passando tre volte la lama in profondità, come ho visto nel video.
Ho infornato e abbassato la fiamma a 230° per una ventina di minuti, nei quali ho spruzzato il forno di acqua a intervalli di cinque minuti. Ho poi abbassato il forno a 200° e continuato la cottura per altri dieci minuti, senza più spruzzare di acqua.
Ho sfornato e messo i filoni in piedi a raffreddare. Pronto il pane per la settimana. Capito tutto? Sono stata chiara? Buon week end a tutti! :-))
qui vi faccio vedere come ho sistemato i filoni a lievitare
Print Friendly, PDF & Email

15 pensieri su “Pane – Filoni con pasta madre”

    1. Ciao Raraaaaa!!! Grazie. Leggo sopra perchè non è che mi ricordo alla perfezione: sono partita da 80gr, rinfrescata e poi da quello che ne è venuto fuori ne ho presi 120gr e sono andata avanti. Se leggi bene è tutto specificato.
      Provali, sono rimasti morbidi per giorni.
      Bacioniiiii!!

    2. Brava Lauretta!! Rileggendo la ricetta ho visto che li ho fatti con la Chiavazza … ma è la stessa cosa anche con la M.Rossetto, le ho fatte ancora. Non vedo l’ora di sapere come ti sono venute. Io sto facendo il primo impasto della Di Carlo :-))

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *