Dolci – Pane con uvetta

Questo Pane con uvetta l’ho fatto su suggerimento della mia amica Adriana che non ha un blog ma usa lieviti naturali come me, ed è bravissima! Tempo fa, Adriana aveva fatto un filone con una ricetta molto simile a questa e a cui mi sono ispirata. Ho cambiato alcune cose, sia negli ingredienti che nel procedimento ma solo perché avevo del lievito liquido da utilizzare e non avevo le sue dosi esatte, allora sono andata a naso. La prossima volta però aggiungerò poca scorza di limone (o di arancia) grattugiata, come mi ha suggerito lei. Stavolta non l’ho messa ed ho usato delle farine differenti e una quantità di lievito liquido inferiore al suo. Grazie Adriana per la ricetta e per tutto l’affetto che mi dimostri, seguendomi. Eccovi il suo Pane con uvetta

Ingredienti:
500 g di farina 00
300 g di acqua
150 g di lievito liquido
1 cucchiaino di malto
1 cucchiaino di sale
250 g di uvetta sultanina

(scorza di arancia o di limone grattugiato)

Qualche fiocchetto di burro e poco zucchero per decorare

Procedimento:
Mettere la farina setacciata nel boccale dell’impastatrice e sopra versare l’acqua, dare una girata veloce, coprire e lasciare in autolisi per circa un ora. Mettere a bagno le uvette in acqua leggermente tiepida per ammollarla. Io avevo rinfrescato il lievito liquido circa sei ore prima e lo avevo messo in frigo, indecisa su cosa farci, poi ho deciso di fare questo pane e l’ho tolto dal frigo quando ho messo la farina in autolisi.

Pane con uvetta

Quindi far partire l’impastatrice con il gancio k, al minimo. Aggiungere il lievito liquido, il malto e aumentare piano piano la velocità. A questo punto se volete aggiungere la scorza degli agrumi che preferite (io la aggiungerò la prossima volta, ecco perché lo scrivo qui) e il sale. Lasciare incordare e per ultimo aggiungere l’uvetta, scolate e sciugate appena con della carta forno. Io ho girato a mano per amalgamare l’uvetta, non volevo si rovinassero con il gancio.

A questo punto mettere l’impasto in una larga ciotola con coperchio. Fare delle pieghe a tre, a distanza di mezz’ora una dall’altra e coprire ogni volta. Vedrete che l’impasto “prende corpo”. Formare all’ultima piega una sorta di panetto tondo, coprire e mettere in frigo, per almeno 18 ore.

Pane con uvetta1

Quindi togliere dal frigo, lasciare acclimatare per un oretta, rovesciare sul piano di lavoro infarinato, dividere e fare le forme che preferite. Io ho preferito fare quattro filoncini, ho formato, infarinato e messo direttamente su carta forno, sulla placca.

Adriana dice di ribaltare a lievitazione avvenuta ma io l’ho letto dopo … Quindi a lievitazione avvenuta (a me ci sono volute due ore scarse), accendere il forno al massimo, tagliare con una lametta e nei tagli mettere dei fiocchetti di burro (il mio era proprio poco, l’ho pesato 20 grammi) e cospargere di zucchero semolato.

Pane con uvetta2Infornare, abbassando il forno a 220° per circa 15 minuti, poi abbassare uleriormente a 180 e portare a cottura.

Pane con uvetta (5)

Che vi devo dire? Davvero un buon pane, soffice con una bella crosticina, leggermente croccante, il dolce dell’uvetta e dello zucchero sopra, rende questo Pane goloso e gustoso.

Pane con uvetta (8)

Pane con uvetta (11)Questo Pane con uvetta lo porto alla raccolta mensile di Panissimo di Barbara e Sandra, questo mese ospitato nel nuovo blog di Barbara

finale di stagione

Print Friendly, PDF & Email

14 pensieri su “Dolci – Pane con uvetta”

  1. L’aspetto è davvero molto molto goloso e sicuramente lo proverò magari con la farina integrale che adoro in abbinamento al gusto dell’uvetta 😛
    Bravissima come sempre, ne approfitto x augurarti un felice we <3

  2. che spettacolo tesoro, quella mollica sembra più di una brioche che di un pane, dev’essere soffice come una piuma 🙂 non ti smentisci mai, un abbraccio e buon fine settimana

  3. Terry che meraviglia, adoro questi pani!! Sono tra i miei lievitati preferiti!! A colazione poi per me sono il massimo!!
    Un bacione Terry, complimenti a te e ad Adriana!!
    Buon fine settimanaaaaa!!!

  4. in montagna, dove abbiamo la casa da generazioni e generazioni, in val vigezzo, il pane con l’uvetta è una tradizione ( spesso viene preparato anche con le noci) e io ne vado matta!!! ogni volta che qualcuno della mia famiglia ci passa qualche giorno, chiedo sempre che me ne portino a casa un paio di filoni! 😀 il tuo/suo pane con l’uvetta, quindi, oggi mi è particolarmente gradito!!
    bacioni zia terry

  5. Mi hai fatto venire una gran voglia di pane con l’uvetta, ma che tentatrice sei!!! Dev’essere proprio buono buono, oltre che una bellezza 🙂 Un abbraccio Terry ♥

  6. Ciao cara! Perdona il ritardo nelle mie risposte ma questa settimana ero in vacanza. Ma come vedi sono tornata! Le prime due ricette le ho inserite nelle categorie lievitati e vegetariane. Il regolamento prevede una ricetta per categoria, quindi questa non la posso inserire anche se è bellissima. Se ti va, puoi partecipare ancora con una ricetta etnica! Fammi sapere! Un bacione e scusa ancora

  7. Che buoni Terry! Mi ricordano i panini all’uvetta del panettiere con cui facevo merenda da piccola con il mio papi! Il lievito naturale liquido è una manna, lo uso anche io! Baci e Buona Domenica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *