Pane del riciclo con acqua di bufala

28 Comments

Voglio cominciare questa settimana con un bel lievitato, il Pane. A me basta avere davanti il mio fedele asse di legno, un pò di farina, i miei lieviti naturali e mi sento in pace con il mondo. Non importa se impasto un pane, un dolce o un tipo di pasta … non importa, l’importante è sentire le dita in mezzo alla farina. E quello che ne viene fuori è sempre un miracolo!

Il pane non è mai uguale … tu puoi mettere gli stessi ingredienti ma se la pasta madre è più vispa, o meno attiva del solito … se ti scappa un po’ di acqua in più, perché ti scoccia buttare quella buonissima acqua di mozzarella di bufala e allora la metti tutta … se al posto di tutta semola, decidi di mettere un altro tipo di farina … se lo fai lievitare di più … o se hai fretta e allora lo cucini prima … insomma; il pane non è mai uguale. E allora, anche se un pane con gli stessi ingredienti te l’ho già presentato QUI, questo è troppo buono, per non fartelo vedere. E non importa se era troppo idratato e si è un po’ “spatasciato” come dico io, non importa perché è bellissimo lo stesso e vale la pena replicarlo, o almeno tentare di replicarlo, perché tanto non verrà mai uguale a questo. Con il senno di poi, lo avrei dovuto cuocere in una pentola, di sicuro avrebbe tenuto la forma e sarebbe venuto più alto, un bel panone alto ma, diciamocelo; chi se ne frega della forma? Era buonissimissimo!

Ingredienti:
170 g di avanzi di pasta madre
400 g di acqua di governo di mozzarella di bufala
200 g di farina 00
300 g di semola di grano duro

Procedimento:
Mettere l’acqua in una ciotola, scioglierci dentro la pasta madre a pezzi e aggiungere le due farine mischiate tra loro. Girare velocemente con una forchetta e far riposare. Dare dei giri al centro con un tarocco, fino a raggiungere una consistenza liscia. Lasciare lievitare per dirca due ore a t.a. e poi mettere in frigo per almeno otto ore. Almeno otto ore significa che se anche ce lo lasciate di più, non è un problema. Al massimo venti ore, non di più. A questo punto spolverare di farina il piano di lavoro e, dopo aver fatto acclimatare, rovesciare l’impasto. Fare due giri a tre e formare il pane nello stampo. Lasciare lievitare fino al raddoppio, a me ci sono volute circa 4 ore.

Pane del riciclo con acqua di bufala (12)

Far scaldare bene il forno, al massimo con dentro la placca su cui cuocerete il pane. Quando è bello caldo, rovesciate il pane, sulla placca rovente. Mettere in forno e abbassare la temperatura a 220°. Cuocere per circa 50 minuti, abbassando gradualmente la temperatura fino a 180° negli ultmi dieci minuti di cottura. In questi ultimi dieci minuti, accendere la funzione ventilato e portare il pane, direttamente sulla griglia, così si asciugherà bene e formerà una bella crosticina.

Pane del riciclo con acqua di bufala (6)

Vedi che bella crosticina croccante è venuta?

Pane del riciclo con acqua di bufala (5)

E la mollica? Saporitissima!

Pane del riciclo con acqua di bufala (9)

Questo pane lo porto alla raccolta mensile di Panissimo di Sandra e Barbara, questo mese ospitata nel blog di Barbara.

finale di stagioneBarbara, era ora che tornavi! ♥

E lo porto anche da Alice

per te Alice, grazie ♥

contest sui lievitati []

Buona settimana a tutti voi che mi leggete e mi lasciate un saluto. Ma anche a te, che mi leggi e non commenti.

Print Friendly

Related posts:

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

28 Responses to “Pane del riciclo con acqua di bufala”

  1. zia consu

    Un pane davvero meraviglioso e soprattutto pieno d’amore..

    Rispondi
  2. m4ry

    Il pane è amore sempre…non ci sono pani perfetti o imperfetti..il pane è pane. E’ vivo…ed è lui a decidere che forma deve avere..se deve crescere poco o tanto…ha il suo carattere…ogni pane ha la sua caratteristica :)
    Questo, cara Terry, mi piace da matti ! TI abbraccio forte, buona giornata <3

    Rispondi
    • ipasticciditerry

      ipasticciditerry

      Quante verità hai detto … verissimo, condivido tutto. Ti abbraccio forte anche io, amica mia ♥

      Rispondi
  3. Gunther

    giuro ho sempre buttato via l’acqua, non sapevo che poteva diventare una risorsa

    Rispondi
  4. Pattipatti

    Gioia che profumo deve avere sto pane? Lo sai che Matilde si fa la puccia col pane nell’acquetta della mozzarella? Buon sangue non mente!!! 😀 Un bascione cara!!

    Rispondi
    • ipasticciditerry

      ipasticciditerry

      Ehhh è una buongustaia la tua Matilde! Chissà da chi avrà preso?!?! Un bacione grande a te cara

      Rispondi
  5. mimma morana

    …e lo so…ormai non mi stupisci piu’ mia cara!!! sei mitica!!!1 riusciresti a panificare anche con i sassi!!! bacioni!!!

    Rispondi
    • ipasticciditerry

      ipasticciditerry

      Ahahahahahaha tu sei esagerata! Addirittura con i sassi … sai cosa? che poi sarebbe troppo duro da masticare ahahahh. Mitica la mia Mimma

      Rispondi
  6. annalisa

    Hai ragione Terry…il pane è sempre unico e questo tuo con l’acqua di governo della mozzarella mi ispira tantissimo! Ciao carissima e buona serata!

    Rispondi
    • ipasticciditerry

      ipasticciditerry

      Annalisa lo devi provare, credimi; ha il suo perchè – Un bacione a te, a presto

      Rispondi
  7. ely mazzini

    Ciao Terry, ritorno dopo una piacevole vacanza, è un piacere ritrovarti :)
    Resto sempre affascinata dai tuoi lievitati, il tuo pane è fantastico e usare l’acqua di bufala è un’idea geniale, bravissima!!!
    Bacioni

    Rispondi
    • ipasticciditerry

      ipasticciditerry

      Sai quanto è buona l’acqua di bufala? Ha un sapore particolare e nel pane si sente tutto. Bentornata, mi sei mancata

      Rispondi
  8. speedy70

    Brava Terry, un riciclo gustoso, per un’ottimo pane!!!!

    Rispondi
  9. Silvia Brisi

    Come ti capisco!!! Anche per me fare il pane significa rimettersi in pace con il mondo!!
    Voglio provarlo, mi piace l’ idea di usare l’ acqua di rigoverno della mozzarella e gli esuberi, insomma, riciclo davvero totale e ottimo!! Un bacione!!

    Rispondi
    • ipasticciditerry

      ipasticciditerry

      A casa mia non si butta niente, cerco di utilizzare al meglio anche ciò che, di solito, si butta … se ci pensi, ci sono un sacco di sprechi. Provalo e poi mi dirai, un bacione grande a te

      Rispondi
  10. Lilli nel paese delle stoviglie

    a me non viene benissimo e soprattutto il giorno dopo se lo lanci per terra buchi il pavimento, ma farlo mi piace da matti, impastare, tenere le mani fra farina, lievito, acqua, vedere che prende forma, che cresce, sempre una magia! buona serata cara!

    Rispondi
    • ipasticciditerry

      ipasticciditerry

      Ma dai? come? Uhmmm probabilmente non riesci a infornarlo al momento di lievitazione ottimale … Buon pomeriggio cara Elisabetta, un bacione

      Rispondi
  11. Alice

    anceh io come te adoro impastare, è un momento magico e rilassante e poi il pane è sempre la cosa più buona di tutte!!! fantastico questo !
    baci
    Alice

    Rispondi
  12. patty

    Questo mi ers sfuggito……proverò anchr io con l’acqua della mozzarella di bufala.
    Baciotto

    Rispondi
    • ipasticciditerry

      ipasticciditerry

      Io lo faccio anche con l’acqua della mozzrella normale ma con quella di bufala è più saporito. Un baciotto a te bedda

      Rispondi
  13. Su

    che meraviglia, sembra una torta,
    sei proprio un genietto Terry!
    baci Su

    Rispondi
  14. Alice

    grazie tesoro, inserisco subito il link. Non mi prendere per rompina però dovresti aggiungere il banner del contest a fine post
    baci
    Alice

    Rispondi
    • ipasticciditerry

      ipasticciditerry

      Devi scusarmi ma sono stata via e tornata ieri sera tardi, inserisco subito. Non sei rompina, figuarti. grazie e un bacione

      Rispondi

Leave a Reply