Pasta fresca – Pappardelle con funghi porcini

Ed eccomi con il secondo post promesso.
La valigia è pronta, fortuna che ho deciso di imbarcarla … io vorrei sapere se capita anche a voi di decidere di portare giusto due cose e poi la valigia a momenti non si chiude! D’accordo siamo in due. D’accordo ci vogliono cose leggere per il giorno, visto che fa caldo. Ci vogliono anche cose un pochino più pesantine per la sera, visto che siamo sull’Etna a circa 900 metri di altezza. E le scarpe … e poi vai a trovare delle amiche e non porti qualcosa? Tipo le mie marmellata di peperoncini o quella di Scorze di anguria e altri pensieri vari? Certo che no!
Fortuna che imbarco la valigia vah
La ricetta che voglio lasciarvi è tipicamente di stagione. L’altro giorno ho visto dei bellissimi funghi porcini e nonostante il mal di schiena vuoi non fare due pappardelle? Così aiutata da mio marito, il quale ne è golosissimo, ho fatto queste pappardelle. Mi sono fatta aiutare dalla nonna papera, di solito le tiro con il mattarello ma proprio non ce la facevo. Se voi siete brave potete farlo, verranno più rustiche. Altrimenti fate anche voi con la nonna papera e non se ne parla più.
Vorrei spendere due parole per i funghi. Sapete che i funghi non vanno messi sotto l’acqua corrente, vero? Altrimenti si inzupperanno di acqua e perderanno tutto il loro sapore. Io mi metto sotto il rubinetto e con la mano bagnata passo i funghi dopo avergli tolto il terriccio con un coltello. Poi li passo anche con un panno, sempre bagnato, per togliere ulteriore tracce di terra.
Veniamo alla ricetta.
Ingredienti per due persone:
per la pasta
150gr di semola di grano duro
1 uovo
mezzo guscio di acqua tiepida (per necessità, altrimenti la ricetta esatta è 1 uovo ogni 100gr di farina)
per il sugo:
400gr di funghi porcini
1 spicchio di aglio
prezzemolo tritato
olio evo
sale e pepe
Procedimento:
Ho prima di tutto preparato la sfoglia, impastando insieme tutti gli ingredienti. Ne ho fatto un panetto e lasciato riposare, coperto con una ciotola rovesciata.
Nel frattempo che l’impasto riposa, ho preparato i funghi, dopo averli puliti come suggerito sopra.
Li ho fatti a fettine e messi in una larga padella dove avevo rosolato l’aglio con l’olio. Ho salato, pepato e se necessario aggiungo poca acqua di cottura della pasta.
Ho tirato la sfoglia, infarinato le sfoglie e arrotolate. Le ho poi tagliate a misura con un coltello affilato e separato le mie pappardelle.
Ho calato in acqua bollente le pappardelle e quando sono venute a galla le ho trasferite nella padella insieme ai funghi, ho aggiunto anche del prezzemolo e un filo di olio evo fresco. Le ho fatte saltare velocemenete e servite. Voilà.
Vi auguro un buon week end e vi ringrazio tutti davvero con il cuore, siete in tanti a seguirmi e a scrivermi anche in privato. Alla prossima settimana, vi aspetto qui. ♥
Print Friendly, PDF & Email

32 pensieri su “Pasta fresca – Pappardelle con funghi porcini”

  1. Avatar

    Terry di valigie che non si chiudono io ne so qualcosa….nonostante mi predisponga giusto due cosine:))) ti auguro un buon viaggio… e complimenti per questo piatto! le tagliatelle pensavo le avessi trafilate con la macchinetta invece tutto a mano…. bravissima:** un abbraccio tesoro:)

    1. Avatar

      Ahhhh meno male che non sono l’unica! E non ti dico al ritorno, non si chiude mai con tutto quello che acquisto in giro ….
      Io adoro fare la pasta in casa, mi diverto che ti devo dire?! Grazie Simona, un bacio

  2. Avatar

    Terry, siamo tutte uguali…valige sempre che stentano a chiudersi e noi a domandarci come mai….
    Un bel primo piatto, mi hai fatto venir voglia di funghi.
    Un bacio e buon viaggio 🙂

  3. Avatar

    Non parlarmi di valigie…sono sempre stata un disastro ma ora con i nanetti faccio dei veri traslochi anche per un giorno!!!!!
    Da sempre ho mangiato un sacco di funghi i miei ne sono accaniti ricercatori….ma sai che da quando ho avuto i bimbi non riesco più a digerirli..e nonostante questo mi fanno una gola!! Fai buon viaggio…divertiti…ma fai la brava e non lavorare!!!!!

    Un abbraccio
    monica

    1. Avatar

      No tranquilla non ho lavorato. Non sono ancora al 100% con la schiena e non volevo tornare indietro! Immagino, con tre nanetti come diventa ancora più complicato …
      Strana questa cosa dei funghi, io li adoro. Un baciotto

  4. Avatar

    Eeheheheheh ti capisco eccome cara Terry… io ogni volta mi porto dietro mezza casa! Questo “potrebbe” servire, quell’altro pure… e così via… poi la valigia non si chiude! Ahahahaah! 😉 Le tue pappardelle sono invitantissime, che fame… inoltre è un formato di pasta che adoro, condito così è è il massimo 🙂 Buon viaggio e un abbraccio grande, buon weekend! :**

  5. Avatar

    Che brava, prepari anche la pasta!
    Questo è un piatto che adoro, anche se nonl’ho mai cucinato personalmente, quindi ti faccio i miei complimenti e…che dire… sono le 23.00 passate, ma mi hai fatto tornare un certo languorino 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.