Rotolo di pollo farcito

Rotolo di pollo farcito. Oggi faccio outing: io sono una dei dieci milioni di persone che ha guardato il festival di Sanremo. Non solo, lo guardo praticamente da sempre! Ecco l’ho detto. No perchè ovunque si leggono cose del tipo:

Sanremo? No, non lo guardo, mi fa schifo. – Si, ho girato “casualmente” su Rai1 e ho visto che c’è il festival. – No no, per carità, io non lo guardo.

Ma io mi domando, ci si deve vergognare se si guarda Sanremo? Io non mi vergogno per niente perchè credo che ognuno a casa propria possa fare quel che gli pare. Poi criticano, tutti gli anni. Dico, tutti gli anni! Possibile che tutti gli anni faccia schifo e non c’è niente che si salvi? A me piace Sanremo, lo guardo più o meno, dall’inizio alla fine, dal martedì al sabato. Tra un pisolino e l’altro e, se proprio ho troppo sonno, da quest’anno me lo guardo poi, con calma, su Raiplay. Gran bella invenzione! Quindi credo di essere abbastanza preparata per criticarlo e dire la mia.

Ricordo quando ero piccola, mia madre lo ascoltava alla radio e noi bambini, lo ascoltavamo con lei. Poi abbiamo cominciato a seguirlo alla tv e lo faccio tutt’ora che sono adulta. E mia figlia come me, lo guardava da piccola con me, lo guarda ora da adulta … Devo dire che quest’anno mi sono piaciuti più o meno la metà dei cantanti ma bisogna dire che io sono “anziana” e tutto questo Rap, Trap o come cavolo si chiama, non lo apprezzo. Io preferisco la Bertè, Renga, Nek … al massimo Cristicchi o Ultimo ecco. Sono sul classico io. Non voglio parlare di chi a vinto o di tutte le polemiche che gli vanno dietro. Certamente a me la canzone che ha vinto piace poco e non la ritengo degna di una vittoria ma è solamente una mia opinione.

Un altra cosa che non ho apprezzato quest’anno sono i conduttori; la Raffaele ancora ancora ma Bisio non mi è piaciuto proprio per niente. Secondo me non è proprio portato per la conduzione. Lo scorso anno Favino era molto più sul pezzo. Ecco svelato il motivo della mia stanchezza della scorsa settimana. In realtà ho dormito meno del solito, visto che andavo a letto, più o meno a mezzanotte, tutte le sere. E voi, lo guardate Sanremo? Vi lascio la ricetta di oggi.

Tra la poca carne che mangio, di certo il pollo è la mia preferita. La faccio in infiniti modi. Questo è un rotolo che faccio spesso e a casa mia piace molto. Niente di complicato, sapete che sul mio blog trovate quasi solo ricette semplici, con ingredienti comuni. Altrimenti mio marito si lamenterebbe e quasi di sicuro, non lo assaggerebbe nemmeno. Eì goloso, con tanto prosciutto cotto e scamorza. Se vi piace un sapore più intenso, potete usare anche la scamorza affumicata, viene buono ugualmente. Rotolo di pollo farcito.

Ingredienti per 4 persone:

un petto di pollo del peso di circa 500g

una manciata di spinaci freschi

100 g di prosciutto cotto

200 g di scamorza

Una spolverata di parmigiano grattugiato

Olio e erbe aromatiche per cucinare

Poco vino bianco per sfumare

Poco brodo fatto con dado granulare

 

Procedimento:

Scottare gli spinaci, dopo averli mondati e lavati molto bene. Sgrondarli dalla loro acqua in eccesso e metterli in una padella, senza altra acqua. Coprire e lasciar uscire la loro acqua, salare e pepare. Farli saltare giusto cinque minuti, devono rimanere integri. Lasciar raffreddare e poi strizzarli e tagliuzzarli grossolanamente.

Aprire a libro il petto di pollo, cercando di ricavarne una sorta di bisteccona. Appiattitela bene con un batticarne. Se non ve la sentite, fatela preparare dal macellaio.  

Stendere le fette di prosciutto cotto, sopra gli spinaci, spolverare di parmigiano e sopra mettere le fette di scamorza, tagliate a fette. Arrotolare la “bistecca” di pollo, formando un rotolo. Chiudere con dello spago, come fosse un arrosto.

Mettere un giro di olio in una teglia, che vada poi in forno. Far rosolare il rotolo a fiamma vivace, da tutti i lati. Sfumare con il vino bianco, basterà mezzo bicchiere. Quindi mettere un bicchiere di brodo caldo, le erbe aromatiche, io ho messo salvia, rosmarino e alloro. Coprire con della carta di alluminio e infornare a 200° per circa un ora.

Se volete servire con delle patate, io le preparo così: Le faccio a pezzi, dopo averle sbucciate e lavate. Metto a bollire una pentola di acqua, sufficiente a contenere le patate a pezzi. Quando bolle, tuffo le patate e lascio cuocere giusto 5 minuti, da quando riprende il bollore. Le scolo e le metto insieme all’arrosto, prima di aggiungere il brodo, come detto sopra. Questo metodo consente alle patate di creare una pellicola intorno e non le fa sfaldare in cottura.

Passata l’ora controllare la cottura della carne, se serve aggiungere altro brodo caldo. Salare e pepare le patate e finire di cuocere a teglia scoperta, in modo da rosolare bene il tutto. Al momento di servire, togliere lo spago dal rotolo, fare a fette e servire con le patate a contorno.

Buon inizio di settimana a tutti, ci ritroviamo per il dessert della domenica.

Print Friendly, PDF & Email

10 pensieri su “Rotolo di pollo farcito”

  1. La stessa identica cosa che ho detto a mio figlio riguardo Bisio, Mi piace nel contesto delle sue trasmissioni ma come presentatore bocciato. Si mangia le parole, non si capisce cosa dice, trasmette ansia e egocentrismo (tutti gli attori lo sono, si sa, ma in questo caso il protagonista era la canzone e i cantanti, non chi presenta) Favino tutta un’altra musica. La Raffaeli non mi è piaciuta, dinoccolata forzatamente simpaticona, adorabile come imitatrice e stop.
    Il festival lo guardo facendo zapping. Quando c’è qualcuno che non mi piace, giro. A me piace chi canta non chi urla come una gallina spennacchiata o parla. (il rap proprio non è nelle mie corde).
    E quindi… passiamo al pollo. Dieta. Seriamente dieta stavolta, il guaio è che so già che farò già uno strappo tra qualche giorno, sarà il mio compleanno e un dolcino lo mangerò. Ma a parte quello per il resto piatti gustosi e magri, come questo che mi piace tantissimo! Dovresti postarne di più 🙂 bavissima Terry. Bacioni a distanza di sicurezza :-)) (sono ancora raffreddata… ti rendi conto? )

  2. Io non l’ho guardato perchè preferisco fare altro e sono una che va a letto presto 😉 Ma sono d’accordo con te, ognuno a casa sua fa quello che vuole, e non capisco perchè la gente debba sempre criticare gli altri. La gente i fatti propri mai…

  3. Ho ascoltato Bisio in un lavoro teatrale do prosa a Trieste ed è stato molto bravo o il ptesentatore non gli e congegniale. No guardare Sanremo non è una vergogna ip non lo guardo più da anni solo qualche spezzone iniziale. Ottima ricetta io non amo il pollo ma così lo mangerei volentieri prendo spunto. Buona settimana.

  4. Niente Sanremo per me. Considerati gli orari di lavoro, per quando comincia sono già nel letto 🙂 Ma, ti dirò, da piccola lo seguivo sempre.. crescendo, invece, no. Non mi trovo quasi mai con chi sale sul podio ahah 🙂 Facevo le classifiche personali 🙂
    Se, invece dovesse, capitarmi di dover scegliere piatti di carne (tra i pochi che mangio) ecco, sul podio sicuramente metterei il pollo.. arrotolato, farcito (ma anche a fettine semplicemente passate sulla griglia), mi piace e sono sicura che anche così sia buonissimo 🙂
    Buon inizio settimana tesoro

  5. Io guardo l’inizio poi crollo, però seguo tutte le trame che vi stanno dietro. Credo sia una bella manifestazione per la musica italiana e che, ahimè danneggiano con mille cose che c’entrano poco. Detto questo adoro il tuo pollo farcito e lo preparo spesso in casa. Un abbraccio

  6. 😀 eehehe qst outing mi ha fatto tanto sorridere!! no io non lo guardo, ma non l’ho mai guardato e quindi non giudico chi lo guarda perchè non ho basi per farlo. io cmq non faccio testo perchè non accendo mai la tele! Davvero: la uso solo per netflix!
    invece mi interessa mooooolto di più l tuo pollo: che buono cavoli!!! mi viene una voglia!!! sì lo so che è mezzanotte, ma sono o no in attesa?!?!?! 😀

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *