Budino di cachi

Budino di cachi e cacao. Quando ho letto questa ricetta da Alice, mi sono stupita che con solo duemingredienti potesse venire un risultato così sorprendente. A casa mia mangio solo io il Cachi e, visto che la stagione dura veramente poco, nel suo periodo praticamente ne mangio almeno tre a settimana.

Ho voluto subito provarlo e vi devo dire che il sapore del cachi non si sente per niente. Sembra proprio un budino al cacao. Se lo provate assaggiatelo prima di metterlo in forma in frigorifero perchè il mio non era particolarmente dolce, credo dipenda dalla dolcezza del frutto. Perciò, nel caso, aggiungete un po’ di zucchero a velo e fategli dare un’altro giro di frusta.

Per decorare io ho usato una spolverata di cacao amaro e qualche scaglietta di cioccolato bianco per dare un po’ di colore ma potete mettere anche del cocco disidratato o quello che la fantasia vi suggerisce. Budino di cachi

Ingredienti per 4 persone

2 cachi maturi

2 cucchiai di cacao amaro

eventuale zucchero a velo

Procedimento:

E’ una ricetta talmente semplice: togliete la polpa del cachi e mettetela nel vaso del frullatore o in un bicchiere se usate il mixer, come me. Aggiungete il cacao e frullate, fino a ottenere una giusta consistenza cremosa. Assaggiatelo e se serve aggiungete zucchero a velo a vostro gusto. Frullate di nuovo per far sciogliere lo zucchero. Versate il composto ottenuto in appositi stampini, vanno bene anche i contenitori dei muffin, quelli tipo usa e getta, per intenderci.

Mettete in frigorifero per alcune ore, meglio dal giorno prima. Sformare e servire a piacere, decorando come vi pare. E’ un dolce vegano, dietetico e adatto per far mangiare la frutta ai vostri bambini. Vi assicuro che non capiranno che dentro c’è il cachi. Provare per credere.

Facile, vero? Buon inizio di settimana a tutti. In questi giorni, girando per il mio paese, spingendo il passeggino con la mia nipotina, mi guardavo intorno e pensavo che la natura ci regala sempre paesaggi sorprendenti.

Io non so se sia stata la pandemia, il trovarsi chiusi in casa per poi tornare ad assaporare la libertà di una passeggiata all’aria aperta. Non so se i colori sono sempre stati così vividi ma trovo che questo autunno ci ha regalato davvero colori spettacolari.

Guardavo stupita, giorno dopo giorno, le foglie cambiare colore; rosso e giallo e ora gli alberi si stanno spogliando, per prepararsi al freddo dell’inverno che ormai è alle porte. In questi giorni da me la pioggia la sta facendo da padrona, costringendomi a guardare il paesaggio dalla finestra.

Perchè con una bambina di nemmeno dieci mesi, è difficile muoversi a piedi, con l’ombrello sotto la pioggia battente. Così le giornate trascorrono lente. Fortuna che c’è il suo sorriso a illuminarmi le giornate, aspettando esca di nuovo il sole o almeno smetta di piovere.

Per riprendere a fare le nostre passeggiate che culminano sempre al parchetto, dove c’è una piccola altalena, adatta a lei. E lì davvero il suo sorriso è luminoso anche più del sole. Bene, mi preparo a un altra settimana facendo il “lavoro” più bello del mondo: la nonna.

Buona settimana a voi tutti e buon lunedì.

Print Friendly, PDF & Email

14 pensieri su “Budino di cachi”

  1. Ma come fa a rassodarsi se ci sono solo cachi e cacao? voglio provarlo per mia mamma che non può mangiare dolci. Non so perch’ ma l’altalena piace sempre a tutti i bimbi. Non ne ho mai trovato nessuno che non si diverta come un matto a volare sull’altalena

    1. Sai che non ci credevo nemmeno io? Eppure si rassoda, provalo. Per me una genialata, se non si vogliono ingerire troppe calorie ma si ha voglia di qualcosa di dolce. Una piccola coccola. Hai ragione, infatti c’è sempre la coda per l’altalena.

  2. Ma sai che non so per quale ragione non mi venga mai da pensare ai cachi quando si tratta di dover scegliere di fare un dolce con la frutta?!? Ho visto un sacco di idee sfiziose in giro per i vari blog che seguo ma nonostante questo non ne faccio mai! Certo, un passo decisivo per riuscire a farli (i dolci a base di) sarebbe anche comprarli ( i cachi), magari -_-. Piacere mi piacciono, oltretutto!
    Questo budino mi sembra semplicemente delizioso oltre che sano e velocissimo da fare. Davvero un’ ottima idea per regalarsi un dolce senza troppi sensi di colpa!
    Riguardo il tempo non mi dici nulla di nuovo. Settimana scorsa ci ha regalato giornate incredibilmente miti ed assolate. Il w.e., invece, è stato proprio di registro “autunnale” con nebbia al mattino, pioggia durante la giornata e temperature decisamente più basse (ma in linea con la stagione). Lavorando da casa questo tempo non mi causa alcun problema ma capisco bene quanto il discorso cambi quando il lavoro è, invece, quello meraviglioso di nonna ;-).
    Piccolo commento a margine: ma quanto sono belle le risate dei bimbi???? Scaldano il cuore!
    Un bacione e buona settimana!!

    1. Il cachi non è un frutto che piace a tutti. Infatti anche mia figlia non li compra mai. L’ho fatto assaggiare anche alla mia nipotina Victoria e non gli dispiace. Almeno ho una compagna di merende. Di certo, appena potrà mangiare anche cacao e cioccolato, glielo preparerò anche a lei questo budino. E’ velocissimo da fare. Ormai mi sono rassegnata ed è giusto così, visto che è la sua stagione. Ieri mattina ci siamo svegliati con la nebbia … sulle mie colline la nebbia è un fenomeno molto raro. Una fortuna lavorare ancora da casa, direi un privilegio. Come dico sempre a mia figlia, ho lavorato così tanto nella mia vita, che questo mestiere di nonna trovo sia il più bello di tutti. Io non potrei più stare senza i miei bimbi. Sarebbe come togliermi il sole, la luce. Quando sono triste per qualche motivo, mi basta pensare ai loro sorrisi, i loro volti che mi guardano pieni di amore e mi sembra tutto più bello. Un bacione anche a te Giò, buona domenica

  3. Io adooooro i cachi e ovviamente Max non ne mangia. Pensa che quest’anno non ne ho ancora mangiato 1 miseriaccia.
    La cosa sorprendente è che pur senza altri addensanti si “fermi” tutto così con 2 semplici ingredienti.

    E credo sia un gran dono apprezzare tutto quello che si ha e che ci circonda incluso l’autunno attraverso le finestre. Un abbraccio Terry!

  4. Anche a me piace molto il cachi nei dolci e per la verità l’ho messo anche in piatti salati con ottimi risultati. E buon lavoro, nonna, il mestiere più bello del mondo 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.