Torta salata – Treccia al radicchio

19 Comments

Sono stati tre giorni molto intensi ma anche molto belli e spensierati. Abbiamo fatto come se non avessimo tutti i problemi che invece abbiamo e ci siamo goduti i posti che stavamo visitando, senza pensare ad altro. In fondo erano solo tre giorni e si poteva fare. Siamo stati a Padova, abbiamo visitato la Basilica di San Antonio, dove non sono mancate le mie preghiere per tutte le persone a cui voglio bene e un pochino di fortuna per il lavoro di mio marito. Speriamo che mi ascolti e possa esaudire le mie preghiere.

Padova

Dopo la visita della Basilica e del centro dove poteva andare una blogger? Ma al mercato naturalmente!

Padova mercato

C’è un mercato molto grande e interessante, si chiama Mercato delle erbe e della frutta. Bello, ricco di tante spezie, frutti e legumi. Alla sera siamo andati a cenare a Chioggia e poi a fare una passeggiata sul lungomare di Sottomarina di Chioggia. Li ci siamo incontrate per la prima volta con una Balconcina e il suo splendido bambino. E’ stato bello vederci, dopo esserci solo scritte per tanto tempo. :)

Chioggia e Sottomarina

Li un caldo e un umidità pazzesca … le zanzare hanno gradito moltissimo il mio sangue e non mi hanno dato pace. Il giorno dopo, abbiamo preso il traghetto e ci siamo recati a Venezia. Conosci Venezia, vero? Una città meravigliosa, diversa da tutte le altre.

Venezia

Io ci sono stata infinite volte ma ci torno sempre con grande piacere. La domenica invece siamo stati a trovare un cara amica Balconcina, Cinzia, che ci ha deliziato con una grigliata e una torta fantastica! Hai mai fatto la Zuppa inglese napoletana? Presto sarà sul blog delle Balconcine…. E’ una cosa goduriosa a mille!

Grazie Cinzia, è stata una bella giornata e ho avuto modo di conoscerti ancora meglio. ♥

Ora passiamo alla ricetta, la vuoi, vero? Lo so, fa un pochino caldo per accendere il forno ma chi non fa una pizza o una focaccia il fine settimana? Poi c’è l’ultimo radicchio veneto dal contadino e non lo prendi? Ecco come nasce la mia Treccia al radicchio. Buona anche in mezzo a un prato o in riva al mare o al lago.

Ingredienti:
125 g di latte
10 g di lievito di birra
275 g di farina 00
Mezzo cucchiaino di zucchero
1 cucchiaio di Olio di oliva
5 g di sale fino

Per il ripieno
1 cespo di radicchio trevisano lungo
Olio extra vergine di oliva
3 fette di mozzarella per pizza
Poco latte per pennellare

Procedimento:
Per prima cosa preparare l’impasto; io l’ho fatto con il bimby ma potete anche impastare a mano o in una impastatrice. Mettere il latte a scaldare 37° per 30 secondi, vel 1. Aggiungere tutti gli altri ingredienti, impastare 3 minuti, funzione spiga. Formare una palla e metterla in una ciotola a lievitare, fino al raddoppio. Se usate il lievito di birra, basterà un ora abbondante. Se volete usare la pasta madre, io ne metterei 50 g circa e farei lievitare almeno 6 ore.

Treccia con radicchio e mozzarella (10)

Pulire e tagliare a quarti la trevisana, nel senso del lungo, metterla in una padella, con un filo di olio e salare a piacere. Coprire e cuocere a fuoco medio, per circa dieci minuti, avendo cura di girarla e tenerla curata. Altrimenti si brucerà. Tagliare a filetti le tre fette di mozzarella.

Stendere l’impasto lievitato su un piano, tagliarlo in tre parti uguali e formare tre rettangoli, con le mani. Mettere i filetti di mozzarella e la trevisana, ormai fredda, cercando di distribuirla uniformemente. Chiudere le tre strisce di pasta, sovrappondendo leggermente i bordi. Non importa se si spaccano, saranno anche più carini esteticamente. Formare con le tre strisce chiuse, una treccia, chiuderla alle due estremità e poggiarla delicatamente in una teglia da plum cake, rivestita di carta forno.

Treccia con radicchio e mozzarella (11)

Lasciare lievitare ancora un oretta, spennellare di latte e poi infornare a 180° per circa 30 minuti.

Treccia con radicchio e mozzarella (2)

Questa è buona calda, tiepida ma anche fredda. Può essere indicata anche da portare ad un pic nic, in mezzo al prato. Provate e poi mi direte.

Treccia con radicchio e mozzarella (8)

Naturalmente porto questa ricetta alla raccolta mensile di Panissimo di Sandra e Barbara, questo mese ospitata nel nuovo blog di Barbara

finale di stagione

Vi aspetto alla prossima ricetta, non mancate

Print Friendly, PDF & Email

Related posts:

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

19 Responses to “Torta salata – Treccia al radicchio”

  1. rosalba

    Che treccia meravigiosa e immagino super buona, mi piace molto il radicchio. Complimenti per la vacanza e dici bene la di deve fare dimenticando ogni coda e godersela:)
    Bacio

    Rispondi
    • ipasticciditerry

      ipasticciditerry

      Questa potresti provarla per i tuoi ragazzi, è ottima e sono certa che la divorerebbero. Grazie Rosalba, a presto

      Rispondi
  2. Anna Maria

    Da provare sicuramente,
    che bei posti vero?……..io Sottomarina e Chioggia ci sono andata per 20 anni in vacanza d’estate e ogni tanto ci passo ancora,tanta nostalgia……..

    Rispondi
    • ipasticciditerry

      ipasticciditerry

      Già, davvero dei bei posti Anna Maria. Provala questa treccia, è facile e ottima

      Rispondi
  3. azzurra

    eccomi a visitare tanta meraviglia!!!che spettacolo questa treccia mi aveva proprio incuriosita!!!ti mando un super bacio dolce Terry!!!

    Rispondi
    • ipasticciditerry

      ipasticciditerry

      Ciao bella donnaaaaaa!!! Grazie Azzurra, provala se ti va, è proprio buona

      Rispondi
  4. mimma morana

    sei stata a Padova????? meravigliaa!!!!! devo andare anch’io…quanto prima!!! sono devotissima di S.Antonio e voglio visitare la basilica !!! hai fatto bene a goderti questa vacanza…dobbiamo staccare la spina ogni tanto e ricaricarci per affrontare il quotidiano!! questa treccia è una goduria e te la copio, naturalmente!!! tvb cara amica mia!!!

    Rispondi
    • ipasticciditerry

      ipasticciditerry

      Brava e poi fammi anche sapere se ti è piaciuta! Grazie Mimma, un abbraccio grande grande

      Rispondi
  5. speedy70

    Sei la maga dei lievitati, ghiottissima questa treccia, complimenti Terry!!!!

    Rispondi
  6. Silvia Brisi

    Terry bentornata!! Avete fatto bene a staccare un po’, a godervi voi stessi e le balconcine!!
    Ci vuole per ricaricare anche un po’ l’ umore, si fanno sempre tanti sacrifici e un po’ di ricompesa non può fare che bene!!!
    E questa treccia è favolosa, con il radicchio mi piace tantissimo!! Un bacione cara, io non sono mai stata nè a Padova nè a Venezia purtroppo!!! Buona serata tesoro!!!

    Rispondi
    • ipasticciditerry

      ipasticciditerry

      Davvero? Allora ci devi andare, appena puoi. Sai le meraviglie di foto che potresti farci, visto che tu sei bravissima? Grazie Silvia, provala la treccia, merita

      Rispondi
  7. zia consu

    Pochi giorni di vacanza ma belli intensi, direi :-) Avete fatto benissimo, queste “fughe” fanno bene al cuore :-)
    Io il forno lo accendo anche a Ferragosto quindi figuriamoci se mi spaventano i 32°C di questi giorni 😛 La tua treccia è fantastica :-)
    A presto cara <3

    Rispondi
    • ipasticciditerry

      ipasticciditerry

      Ahaahahahh anche io Consu, saremo mica malate? A parte che da me non ci sono 32 gradi, fa sempre un pò più fresco, rispetto a Milano però bisogna pur mangiare, no? Provala la treccia, è buonissima

      Rispondi
  8. Luisa

    Ciao Terry mi fa piacere che la tua vacanzina sia andata bene ;)! Hai visitato dei posti davvero meravigliosi…a Venezia sono stata in gita!!! La tua treccia e’ strepitosa, ho fatto una volta quella sul libro base con speck e asiago, buonissima e anche questa versione vegetaria e’ una goduria ;)! Buona serata bacioni Luisa

    Rispondi
    • ipasticciditerry

      ipasticciditerry

      Provala Luisa, sono certa vi piacerebbe. Magari aspetta che rinfresca, se soffri il caldo. Grazie e un bacione

      Rispondi
  9. Daniela

    Ma certo che accendo il forno! Basta farlo al mattino o alla sera, insomma quando è più fresco :)
    E chi se la perde questa treccia belle e buona!!!!
    Bella vacanzina, ogni tanto uno stop è necessario e anche rigenerante.
    Un bacio e buon fine settimana

    Rispondi
    • ipasticciditerry

      ipasticciditerry

      Vero Daniela, se si soffre il caldo si può sempre accendere con il fresco, ben detto. Grazie tesoro, a presto

      Rispondi
  10. Silvia

    Ah però, buona questa treccia!
    Felicissima che ti sia concessa un po’ di svago.:*

    Rispondi

Leave a Reply