Gnocchi all’acqua con farina di zucca asparagi speck e stracciatella

Gnocchi all’acqua con farina di zucca asparagi speck e stracciatella. Lo so, il titolo è lungo ma volevo si capisse subito quante eccellenze della nostra cucina, sono dentro a questo piatto, così gustoso e saporito. Non è lungo da preparare, non lasciatevi ingannare dal titolo. Gli gnocchi all’acqua sono velocissimi, si porta a bollore l’acqua e si tuffa dentro la farina, formando un composto compatto, con un cucchiaio di legno.

Io ho utilizzato della farina di zucca, ero curiosa di provare. Se non la trovate potete usare direttamente la zucca, prima cotta al forno o al micro onde e poi setacciata fine. Poi aggiungete farina, fino ad avere un composto omogeneo e non appiccicoso. Per darvi un idea guardate QUI.

Oppure fare dei Gnocchi all’acqua con semplice Farina, come QUI. Una volta freddato il composto si formano dei gnocchetti o quello che più vi piace. Per il sugo invece, una volta che avrete lessato gli asparagi, se ne frullano i gambi più duri e si spadella tutto, insieme allo speck e alle punte, che avrete tenuto da parte.

La stracciatella completerà il piatto una volta che andrete a mangiarlo. Una vera leccornia, ve lo assicuro. Gnocchi all’acqua con farina di zucca  asparagi speck e stracciatella.

Ingredienti per due persone:

250 g di acqua

125 g di farina di zucca

125 g di semola di grano duro

Una decina di asparagi

50 g di speck a filetti

Qualche cucchiaiata di stracciatella

Procedimento:

Portare a bollore l’acqua e versarvi a pioggia le due farine mischiate insieme. Se li volete privi di glutine, sostituite la semola con le apposite farine senza glutine. Mischiare velocemente con un cucchiaio di legno. Una volta che le farine avranno assorbito l’acqua, spegnete il fuoco e versate questo composto su l’apposito tagliere per la pasta fresca. Lasciate intiepidire prima di toccare con le mani. Quindi formate un panetto e lasciate riposare qualche minuto, coperto con una ciotola rovesciata. Ora formare dei cilindretti e tagliare a misura che volete. Io ho tagliato a 2 cm circa e passato sull’apposito riga gnocchi. Sistemare tutti gli gnocchi su un vassoio.

Per il condimento, cuocere in acqua bollente prima i gambi degli asparagi e dopo dieci minuti, aggiungere anche le punte. Scolare una volta cotto il tutto, conservando l’acqua in cui poi andrete a cuocere gli gnocchi. Passare al mixer i gambi, aggiungendo qualche cucchiaio dell’acqua tenuta da parte.

In una larga padella (che poi contenta anche gli gnocchi) rosolare i pezzetti di speck, fino a renderli croccanti. Aggiungere ora la salsa degli asparagi e le punte.

Cuocere contemporaneamente gli gnocchi, scolarli e spadellarli, insieme al condimento preparato. Versare nei piatti e sopra mettere qualche cucchiaio di stracciatella, a piacere.

Un piatto semplice, veloce e da leccarsi i baffi, credetemi.

Piano piano stiamo prendendo confidenza con questo nuovo modo di vivere. Come vi ho già detto, dalle mie parti, siamo molto rispettosi delle regole e non abbiamo grossi problemi a riprendere le nostre passeggiate al lago o nei parchi, che sono numerosi dalle mie parti.

Gli spazi all’aria aperta da me non mancano e in giro vedo tutti con la mascherina (salvo pochissime eccezioni, per lo più giovanissimi) e, quando ci si incrocia, automaticamente ci si allontana, per mantenere la distanza di sicurezza. Io ho anche ricominciato a vedere parenti e amici, sempre a distanza, senza toccarci. Si può fare, occorre forza di volontà perchè il desiderio di toccarsi e abbracciarsi c’è ma si resiste.

Nonostante tutto, sento molte province, qui nella mia Lombardia, dove ci sono molte persone (incoscienti e idioti, dico io) che queste regole non le seguono, mettendo a rischio tutti i nostri sacrifici e la salute di tutti noi. La strada credo sia ancora lunga ma con l’impegno di tutti, si può riprendere a fare una vita sicuramente diversa da prima, ma accettabile.

Del resto c’è bisogno di far ripartire la nostra economia, messa in ginocchio da questi mesi di pandemia. Non possiamo permetterci il lusso di fermarci di nuovo. Io penso ai miei nipotini che a tratti non capiscono perchè i giochi al parco sono legati insieme da un cordone bianco e rosso … non capiscono perchè non possono vedere i compagnetti dell’asilo … ma in fondo a loro basta avere vicino i genitori, i nonni e il loro mondo fatto di giochi e super eroi.

Il loro sorriso è contagioso e io sono molto fortunata perchè ho ricominciato a godermeli due o tre giorni la settimana e tutto mi sembra più bello. Vi auguro un buon inizio di settimana e vi aspetto per il dolce della domenica, ok?

Print Friendly, PDF & Email

24 pensieri su “Gnocchi all’acqua con farina di zucca asparagi speck e stracciatella”

  1. Avatar

    Infatti ti leggo più serena, merito dei tuoi bimbi 😉 ti dirò che qua a Bologna c’è tanta gente che se ne frega. Forse nei piccoli paesini si riesce a gestire meglio la cosa, quan è un caos totale. Sopratutto i giovani se ne fregano altamente, e qua a Bologna è pieno di gente nei bar. Comunque la situazione continua a migliorare quindi per ora bene. Io sono un po’ preoccupata per il prossimo autunno. Ma dove hai trovato la farina di zucca? al super?

    1. ipasticciditerry

      Vedo in tv le immagini, sopratutto nelle grandi città, come a MIlano del resto … non è che si comportino troppo bene. Forse nei paesi, visto che ci conosciamo tutti, si teme a contraddire le regole, per non farsi criticare dagli altri, non lo so. Fatto sta che da noi i contagi sono quasi a zero, ieri in tutta la provincia di Lecco, un solo contagiato. Da parecchi giorni, non ci sono più morti e credo che siamo sulla strada giusta. Alla fine si può fare, si può tornare a uscire, a riprendere una vita sociale diversa da prima, ma fattibile. Non ci tocchiamo e stiamo a distanza, con la mascherina. Ieri sono stata dai miei genitori e per la prima volta sono entrata in casa, senza toccarli ma almeno eravamo a distanza ravvicinata. E’ un nuovo modo di vivere, ci dobbiamo abiturare. Questo autunno, se manteniamo le regole, sarà come adesso … almeno lo spero.
      La farina di zucca l’ho trovata all’esselunga, ci sono farine di tutti i generi e volevo provarla.

  2. Avatar

    Immagino quanto davvero sia difficile su da voi.. Noi a Roma non abbiamo avuto mai molti casi.. ma anche qui.. c’è sempre chi fa di testa sua.. fregandosene del prossimo e non rispettando le regole.. Io mi sto diciamo, abituando a girare con mascherina a restare sempre a distanza.. In questa settimana vorrei vedere mia mamma, mi dispiace non poterla abbracciare baciare ecc.. ma tocca fare così.. per precauzione! Buonissimi questi gnocchetti.. Ti abbraccio, buona giornata

    1. ipasticciditerry

      Si, come dicevo sopra a Elena, è una nuova realtà a cui ci dobbiamo abituare, se vogliamo vivere. Almeno fino a che non si scopra un vaccino valido per tutti, si può ricominciare a vivere, tenendo le distanze, senza toccarci e con la mascherina. Si può fare, basta solo fare attenzione e vedrai che tutto passerà. io sono un ottimista per natura e ci voglio credere. Grazie Claudia, buona domenica a te

  3. Avatar

    No dico parliamo di questo piatto. Ma quanto è buono? Spettacolo Terry!
    Noi sabato prima uscita in casa di amici su mega terrazzo che ci ha consentiti di stare a distanza. Un abbraccio!

    1. ipasticciditerry

      E’ buonissimo Mile, te lo garantisco! Sabato prossimo anche io sto organizzando un pomeriggio con le mie amiche, a casa mia, con una bella crostata, un tea, in tre a giusta distanza … si può fare, basta abituarsi e si può ricominciare a vivere una realtà diversa ma gioiosa lo stesso. Un abbraccio a te, quando vieni a trovarmi tu?

  4. Avatar

    sono felice che sei tornata a goderti un po’ i nipotini. fa bene sia a te ma sono sicura anche a loro averti vicino. purtroppo la mamma dei cretini è sempre incinta (plurigemellare, aggiungo io!) ed è proprio questa incoscienza dilagante, o forse dovrei dire menefreghismo assoluto e mancanza di rispetto, che mi fa paura. con tutti i morti che ci sono stati, non so davvero cosa ci voglia per farglielo entrare in testa a certi soggetti che solo rispettando certe norme di comportamento ne usciremo del tutto 🙁
    i tuoi gnocchetti mi arrivano a fagiolo tesoro. avevo preso tempo fa due sacchetti di farina di zucca, uno finito pian piano nel pane e con l’altro meditavo appunto di farci degli gnocchi. e l’abbinamento con gli asparagi, un inverno-primavera, mi intriga assai. non ci avrei pensato. un bacione, buon lunedì

    1. ipasticciditerry

      Si, a me fa di sicuro molto bene stare con loro ma sono certa anche a loro. Da quando abbiamo ripreso a vederci alcuni giorni della settimana, spesso ora uno ora l’altro, mi dicono cose del tipo: nonna tu sei tanto bella. Nonna sai che io ti voglio bene … chiaro che gli sono mancata anche io. Sono fantastici Fede, l’aggiunta della stracciatella poi … non ti dico! Un bacione a te e buona domenica

  5. Avatar

    Io ho rivisto mia madre, sono andata dal parrucchiere, ho fatto tornare la filippina, sono ancora in smart working, esco per passeggiare o fare la spesa, ma ancora niente bar o ristorante, niente shopping e niente amici. Diciamo che vado passo passo e con molta cautela … questo piatto è delizioso !
    baci
    Alice

    1. ipasticciditerry

      Infatti è così, piano piano dobbiamo abituarci a una nuova realtà, in attesa di un vaccino che ci possa permettere di toccarci di nuovo, finalmente. Io sono una molto “fisica”, mi piace abbracciare le persone a cui voglio bene ed è davvero un grande sacrificio mantenere la distanza ma si deve fare, per il bene di tutti. Grazie Alice, buona domenica tesoro

  6. Avatar

    I gnocchi all’acqua mi piacciono molto e sono un’ottima alternativa ai classici gnocchi di patate. trovo molto interessante l’utilizzo della farina di zucca. E che dire del condimento? da leccarsi i baffi 😉
    Da me hanno riaperto i parchi gioco e ormai la vita sta procedendo normalmente anche se con gel e mascherine.
    Incrociamo le dita che tutto proceda bene e non ci siano dei nuovi focolai.
    Un bacio e buona settimana

    1. ipasticciditerry

      Devi provarli allora dani, sono molto buoni e saporiti. Si, è giusto, la vita deve riprendere il suo corso, non possiamo non-vivere, chiusi in casa. Basta solo seguire le regole e fare attenzione, è una nuova relatà ma si può fare. Buona domenica tesoro

  7. Avatar

    Terry sono veramente invitanti e come dici tu ricchi di ingredienti eccellenti. Devono essere buonissimi. Non li ho mai fatti gli gnocchi all’acqua sono nella lista delle cose da fare insieme agli gnocchi di ricotta. Ma devo fare una cosa alla volta e tener d’occhio le calorie purtroppo, dunque me li segno e prima o poi li faccio! Tu sei come sempre bravissima! un abbraccio

    1. ipasticciditerry

      Ti capisco Meri, anche io sono a “regime ristretto” per quanto riguarda le calorie. Più si va avanti con l’età, più è difficile tenere il peso … che fatica! Grazie mille dei complimenti, io sono solo una casalinga con la passione per la cucina. Un grande abbraccio anche a te ♥

  8. Avatar

    Ciao Terry, una ricetta buonissima, vorrei gustarmi insieme a te questi gnocchi e parlare… speriamo che riusciremo ad andare avanti e che non si torni ai tempi che abbiamo appena passato. Buona fetsa anche a te 🙂

    1. ipasticciditerry

      Mamma mia non mi ci fare pensare Carla! Speriamo di riuscire a riprendere la nostra vita … certo, ci vorrà ancora del tempo, la vedo lunga ma intanto ricominciamo a vivere, con nuove regole e tenendo la giusta distanza. Chissà che un giorno non riusciamo a mangiarci qualcosa insieme, guardandoci negli occhi, mai dire mai. Buona domenica

  9. Avatar

    Gnocchi all’acqua li conosco, un tipo di gnocchi fatti dalla nonna unghere erano all’acqua solo non si fanno buttando la farina nell’acqua calda bensì freddo e poi a cucchiaiate nell’acqua bollente con o senza uovo a scelta. Buoni e leggeri e favoloso sughetto quello realizzato da te. Buona giornata bacio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.