Pane – Ciabattine veloci di Jim

Ciabattine veloci di Jim. Questo pane lo avevo fatto la prima volta tanto tempo fa, ai tempi del forum di Cookaround, vi ricordate? Era un forum di cucina stupendo! C’era complicità, condivisione, amicizia virtuale … Insomma avevo provato a farle con risultati disastrosi. Adesso con tutta l’esperienza che ho accumulato nel frattempo, le faccio ormai da parecchio tempo, con grandissimi risultati. Me lo ha fatto tornare in mente Valentina, nel gruppo che ha aperto su Facebook sulle ricette liguri.

Ormai le faccio regolarmente, tanto che non ho neanche bisogno di andare a leggermi la ricetta, ormai la so a memoria. Perciò ve la giro e vi lascio anche il video che ho girato e pubblicato sul mio canale Youtube. Siete già tutti iscritti al mio canale? Penso di no. Se vi fa piacere vi iscrivete al mio canale? Ne sarei molto contenta. Anche perchè sto pensando di fare diversi video, mi sembrano più veloci e esplicativi, cosa ne pensate? Ecco la ricetta delle Ciabattine veloci di Jim.

Ingredienti:

400 g di farina 00

300 g di acqua

5 g di lievito di birra fresco

8 g di sale fino

20 g di olio (io di semi)

50 g di acqua da aggiungere solo se serve

semola rimacinata di grano duro

QUA vi lascio anche il video dove vedrete tutti i passaggi e le pieghe

Procedimento:

In una larga ciotola mettere la farina, l’acqua, l’olio, il lievito e il sale per ultimo. Girare con una paletta o un cucchiaio. Giusto per unire tutti gli ingredienti. Chiudere la ciotola con il coperchio o con pellicola. Dopo 45 minuti, dare dei giri a tre, magari aiutandosi con la paletta. L’impasto è molto morbido e riuscireste a mano. Chiudere e aspettare altri 30 minuti. Ora con le mani bagnate, dare di nuovo dei giri a tre. Aspettare altri 30 minuti e ripetere, sempre in ciotola.

Dopo i secondi 30 minuti di attesa, inumidire una porzione di tavolo, rovesciare l’impasto, allargare e fare ancore dei giri a tre, girare di 90° e ripetere i giri a tre. Vi renderete conto che l’impasto risulta bello gonfio e resistente. Prenderlo delicatamente con le mani e rimetterlo in ciotola. Attendere altri 30 minuti circa. Spolverare abbondantemente il piano di lavoro di semola di grano duro, rovesciare l’impasto, allargarlo con le mani e schiacciare leggermente, tagliare nelle forme desiderate. Io faccio delle ciabattine, delle ciabatte più grandi o dei quadrotti.

Posizionarle dalla parte del taglio, schiacciarle delicatamente e cospargerle di altra semola. Portarle sulla carta forno, direttamente sulla teglia. Sistemare tutti i pezzi ottenuti e far lievitare di nuovo per altri 30/40 minuti. Io faccio la prova con un dito, se schiaccio leggermente e non resta il segno è pronto da infornare.

Infornare dopo aver scaldato molto bene il forno, alla massima temperatura. Posizionare la teglia, sulla prima scanalatura del forno, sul fondo. Chiudere e aspettare 10 minuti. Ora abbassare la temperatura a 220° e aprire lo sportello per far uscire l’umidità. Continuare a cottura fino ad avere un bel colore dorato.

Se vi piace la crosticina bella croccante, gli ultimi 5 minuti, poggiare le forme direttamente sulla griglia e accendere la funzione venitlato. Che ne dite, non sono semplici?

Si vede quanto sono leggere e soffici?

Provatele, sono semplici e molto buone, parola mia! Da me il tempo in questi ultimi giorni, è davvero tremendo. Domenica è stato un continuo andare e venire di sirene dei pompieri. Molti fiumiciattoli hanno esondato e i tombini non ricevevano più la gran quantità di acqua caduta, tutta insieme. Ormai le stagioni fanno quello che vogliono.

Mentre eravamo in quarantena, ci sono state molte belle giornate, senza pioggia e calde. Oggi che dovrebbe fare più caldo, è tornato il brutto tempo. Mi sembra giusto, visto che ora noi possiamo uscire. Sono molto contenta di come sta andando il virus maledetto, come lo chiamo io. Questo fine settimana sono anche salita in casa, vicino ai miei genitori, sempre senza toccarli … con la dovuta distanza. Il nostro medico ha detto che piano piano, è ora di tornare ad avere rapporti con i nostri cari, sempre facendo attenzione che se abbiamo sintomi, non dobbiamo andarci proprio.

E’ giusto riprendere una vita pseudo-normale, prendendo sempre le dovute precauzioni. Infatti penso di vedere le mie amiche questo sabato prossimo, magari ci troviamo a casa mia, senza baci e abbracci ma almeno ci possiamo vedere e fare una merenda insieme. E voi come la state vivendo questa fase?

Vi auguro una buona continuazione di settimana e ci trociamo presto con la prossima ricetta.

 

Print Friendly, PDF & Email

30 pensieri su “Pane – Ciabattine veloci di Jim”

  1. Avatar

    Anche io oramai le faccio a memoria 🙂 l’unica variante che faccio, ma vedo che anche tu fai così, è non usare manitoba (che secondo me alla fine da un po’ di gommosità) ma farina 1 o mista 00 integrale. Da sempre molta soddisfazione.
    Non parlare di tempo, ieri ero andata a fare una passeggiata e ho preso un diluvio universale….

    1. ipasticciditerry

      Non so perchè ma io avevo cominciato a farle qualche anno fa, quando ero alle prime armi e poi ho messo la ricetta nel dimenticatoio e ritrovata solo poco tempo fa. Non so perchè non le ho più fatte per così tanto tempo … boh, la mente umana. Dai che forse ora si è sistemato il tempo.

  2. Avatar

    Non sono una grande panificatrice, ma queste ciabattine mi piacciono tanto e mi stanno tentando 😉
    Ho ripreso ad uscire concedendomi qualche passeggiata, anche se, in fondo, sono sempre uscita per i bisognini della mia cagnolina, ma ho deciso che il prossimo anno sarà un anno festaiolo, frivolo e spensierato :-))
    Un bacio

    1. ipasticciditerry

      Provale Dani, ti danno una grande soddisfazione, vedere lìimpasto così bello gonfio e il pane alla fine, così leggero, vedrai. Io per carattere, non faccio più previsione a lungo termine, troppe delusioni nel corso degli anni. Certo, vivo la vita giorno per giorno e speriamo di riuscire a fare ancora qualche viaggetto, di tanto in tanto. Io adoro viaggiare ma … Un bacione a te

  3. Avatar

    Sto progettando una piccola vacanza in Italia, ecco come vivo questa fase, se non esco da casa divento matta! Buone e belle queste ciabattine, Terry, sei sempre bravissima 🙂 Bacione

  4. Avatar

    Queste le provo di certo, sono fantastiche, che alveolatura stupenda. Grazie Terry, non conoscevo questa ricetta. Il lievito va messo così com’è o bisogna scioglierlo prima?
    Intanto mi sono iscritta al tuo canale (spero con il mio nome… ogni tanto mio figlio utilizza questo pc!)

  5. Avatar

    Non le ho mai provate ma c’è sempre prima volta e, ammetto, che mi tentano moltissimo!
    Io piano piano sto riallacciando rapporti con alcune amiche che hanno bimbi dell’età di Vasco così da provare a farli stare un po’ insieme. E’ davvero difficile tornare alla “normalità” e viverla con serenità. Io faccio ancora molto fatica.

    1. ipasticciditerry

      Davvero non le hai mai provate? Allora ti toccherà farle, sono semplicissime e per te sarà una passeggiata. Si, io credo occorrerà farci l’abitudine a questa nuova realtà, se vogliamo ricominciare a vivere e Vasco, come tutti i bambini, ha bisogno del confronto con i suoi coetanei. E’ molto importante per la sua crescita.

  6. Avatar

    Fatte ieri sono venute perfette soprattutto grazie al video molto ben fatto. Grazie avevo provato le stecche altre volte ma non erano mai venute così leggere e croccanti.

  7. Avatar

    Jim intendi Jim Lahey immagino! Se sono senza impasto come il pane e la focaccia che ho sul mio blog segno la ricetta e provo anche questi. sono splendidi Terry, appena ho un attimo passo a vedere il video. Un abbraccio grande

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.