Melanzane bianche ripiene

18 Comments

Conoscete le Melanzane bianche? Io per la verità non le avevo mai viste … rimangono piccole e come sapore, secondo me, sono meno saporite di quelle classiche viola e grandi. Comunque le ho fatte ripiene alla mia maniera. D’estate amo molto la verdura ripiena, queste o anche i Peperoni ripieni di carne, che trovate QUI, si possono mangiare anche tiepide, non da frigo. Così potete prepararle prima e gustarvele, così come sono o appena scaldate al micro onde.

Ingredienti:

5 melanzane piccole e bianche (ma se non le avete potete usare anche quelle normali)

140 gr di scamorza bianca

20 gr di pecorino grattugiato

aglio, prezzemolo, olio evo e poco aceto

Per il sughetto:

400 gr di polpa di pomodoro fresco (potete usare anche quella in scatola)

aglio e olio evo

011

Procedimento:

Io ho preparato e cucinato tutto con il bimby, naturalmetne se voi non lo avete potete fare le stesse cose con coltello e padella, direttamente sul fuoco. Farete solo un pochino di fatica in più. 😉 Ho tagliato la calotta e scavato le melanzane. Le ho fatte bollire in acqua con un paio di cucchiai di aceto di mele. Io le ho proprio scottate per pochi minuti. Le ho punte con una forchetta ed erano tenere.

L’interno delle melanzane, le ho fatte a tocchi. Ho rosolato nel boccale del bimby uno spicchio di aglio con poco olio, 3 minuti a 100°, vel 1. Ho poi aggiunto i pezzi di melanzana e lasciato cuocere per 10 minuti a 100° vel. 1. Alla fine ho dato un giro di turbo per pochi secondi. Ho messo questo composto in un piatto. Nel bimby pulito ho messo il prezzemolo e tritato per pochi secondi. Ho aggiunto anche questo al ripieno, con il pecorino. Io non ho salato perchè trovo che la sapidità del pecorino sia sufficiente, regolatevi secondo il vostro gusto.

Anche la scamorza l’ho fatta a pezzettini con un coltello e lasciato 5 fette intere, affettate sottili. Ho unito i pezzettini al ripieno e lasciato da parte le fette.

Ho preparato un sughetto, sempre con il bimby, lasciando rosolare uno spicchietto di aglio con olio, per 3 minuti a 100°, vel 1. Ho aggiunto la polpa di pomodoro, salato e pepato. Portato a cottura 10 minuti, sempre a 100° vel. 1.

Quindi ho riempito le mie melanzane scottate, con il ripieno, sistemato le mie melanzane riempite in una piccola teglia da forno. Volendo si possono anche cuocere nel varoma e poi aggiungere il sughetto alla fine, al momento di servire in tavola.

Melanzane bianche ripiene

Sopra ho messo la fetta di scamorza e sopra un cucchiaio di salsa.

017

Il resto della salsa l’ho messa nella teglia, sul fondo. Ho messo la mia teglia in forno per 20 minuti a 180°. E voilà. Chiedo scusa per la qualità delle foto, ma non sono riuscita a fare meglio.

021

020

Diario di Funchal – 28 agosto

Il mio viaggio alla scoperta dell’isola e delle sue spiaggie, prosegue. In questi giorni ne ho scoperta una altra, fatta di sabbia, come ce ne sono molte in Italia. Questa si trova a Machico, dove c’è anche l’aereoporto.

29 agosto

La sabbia anche qui non è naturale del posto ma importata; è grossolana e beige. Arriva dall’Africa come nelle spiaggia di Calheta, che vi ho raccontato QUI, hanno fatto delle protezioni di enormi massi e muretti di cemento, perché non avete idea della potenza delle onde dell’Oceano Atlantico, dove si trova l’isola di Madeira. Il mare ha una forza continua, infatti è pericoloso allontanarsi troppo dalla riva. Una ragione semplicissima è perché la forza delle onde potrebbe sbatterti contro le rocce, essendo un isola vulcanica, ci sono moltissime rocce a ridosso della costa. A me il mare fa paura, nei suoi confronti ho una sorta di rispetto … lo adoro, mi piace tantissimo, starei delle ore a guardarlo e a sentirlo, soprattutto. Avete mai fatto caso al rumore del mare? Bellissimo. Qui poi nella quasi totalità delle spiaggie ci sono tanti sassi e sassetti piccoli, all’ingresso del mare e quando le onde, prima sbattono sulla riva e poi si ritirano verso il largo, si portano via i sassetti in un continuo e pertetuo rumore: Shrsrrrrrrrrrrrrr …. Sentite qui, ho girato un video per farvelo ascoltare. Il rumore dell’Oceano

Guardate invece che carina questa spiaggia, formata da piscine naturali, al mattino si può fare il bagno tranquillamente, invece il pomeriggio, viene sommersa quasi completamente dal mare. Qui le onde ieri erano continue.

29 agosto1

Vi faccio vedere alcune foto della zona intorno alle piscine

29 agosto2Vedete l’acqua che meraviglia? Vedete come è limpida? C’erano anche tanti pesci che nuotavano ma, essendo trasparenti non si vedono in fotografia. Questa è una grotta da cui si raggiunge la Praia Formosa, di cui vi ho parlato molte volte.

29 agosto3

Ormai siamo a fine agosto, il progetto dei corsi si è fermato in queste due settimane per le ferie dei miei soci. Il logo e il nome della società comunque sono pronti. Vi piacciono? Vi siete accorti che ho cambiato la testata del mio blog? Quello sotto la foto di testata, a destra è il mio logo e nome della scuola di cucina. A me piace molto, pulito, essenziale, come sono io. Chi mi conosce e mi segue da tempo, sa che sono una persona semplice, che ama le cose semplci e più naturali possibili. Anche nella cucina, da me non troverete ricette esotiche e complicate, troverete sempre cose molto semplici. Non vedo l’ora di partire con i corsi di cucina. Intanto sto cercando di andare avanti con lo studio della lingua portoghese. La difficoltà maggiore sta proprio nella pronuncia. Essendo un isola è una sorta di dialetto della lingua portoghese. Le parole sono pronunciate strisciando alcune lettere: la C che diventa scccc. La O che diventa u … e poi parlano velocissimi!! A leggere non ho nessuna difficoltà, così come anche ascoltare la televisione portoghese ma nei dialoghi, ho alcune difficoltà.

La lingua portoghese è quella che si parla anche in Brasile, ebbene ascoltando un brasiliano, è davvero molto comprensibile. Se ascolti un madeirense un pochino più complicato. Piano piano impareremo. Non è facile studiare alla nostra età, lo sapete? La mente è meno elastica, qua dovrebbe venirmi in aiuto Gunther, del blog Papille gustative. Gunther come mai con l’avanzare dell’età, sembra così difficile imparare?

 

Print Friendly

Related posts:

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

18 Responses to “Melanzane bianche ripiene”

  1. gUnther

    Primo complimenti per le melanzane ripiene, bianche le viste qualche volta in Francia ma non le ho mai comprate, giuro
    Complimenti anche per il portoghese, io sono stato un anno in Algarve nel 1989 e non riuscivo a spiccicare due parole non comprendevo e nemmeno parlavo.
    Perchè facciamo più fatica ad imparare adesso invece che trenta anni fa, parlo per me, hai la mente più libera da impegni e responsabilità si è più ricettivi si è più disposti a mettersi in gioco, si è più veloci si è più allenati con la scuola, con l’eta diventiamo più pigri e selettivi, ma le grandi rivoluzioni più facilemente si fanno a questa età, quante ragazze verrebbe voglia d’imparare il portoghese e andare a madeira? Una volta ho visto scritto su un muro, comincerai a invecchiare quando smetti d’imparare, è ora il tuo momento. Io non ho imparato tante cose nella vita ma so che tutto quello che si fa, che si impara, prima o poi ritorna nella vita.

    Rispondi
    • ipasticciditerry

      ipasticciditerry

      Questa cosa la diceva sempre anche mia nonna: quando non avrai più voglia di imparare sarai diventato vecchio. :) Grazie Gunther, certo pensieri e responsabilità oggi ne ho molte di più di quando ero ragazza. Sto facendo fatica ma mio marito anche più di me. Forse perchè io ho sempre avuto una buona memoria mentre lui non si ricorda nemmeno cosa ha fatto il giorno prima! Ahahahhh

      Rispondi
  2. Gunther

    il logo va bene è abbastanza simpatico

    Rispondi
  3. Mimma Morana

    fantastiche!!!! non conoscevo le melanzane bianche e le ho mangiate a casa di una mia amica che le ha fatte a cotoletta….divine!!! saporite, carnose e non assorbono olio!!! la tua ricetta è meravigliosa…le faccio anch’io, molto simili, quelle piccole!!! bravissima amica mia!!! un bacione!!!!

    Rispondi
  4. LaGreg

    Finalmente arrivo anche io! Dal telefono non vedo il logo ma se è essenIale sicuramente mi piace!! Così come mi piacciono queste melanzane ripiene…
    Sai che anche da me c’è fermento? Presto ti svelerò cosa sto combinando con un’amica di Panissimo..

    Un bacio grande!

    Rispondi
  5. zia consu

    Giuro che le avevo veste solo una volta ma non in quantità così esorbitanti 😀
    Vedi che ci sono verdure che sopperiscono l’assenza delle nostre??? Dai che ti farai un orticello da sballo ^_^
    Prima o poi ti vango a trovare a tua insaputa se continui a mostrarmi questo mare così bello e tutto questo sole..stai attenta!!!!

    Rispondi
    • ipasticciditerry

      ipasticciditerry

      No Consu, questa è ancora una ricetta che avevo in archivio, qui non ci sono queste melanzane. Ripeto: qui frutta e verdura bellissima, quasi finta ma non sa proprio di niente! Certo che me lo farò l’orticello, puoi contarci. Vieni dai, ti aspetto. Un bacione

      Rispondi
  6. ely mazzini

    Mai viste le melanzane bianche, ma così ripiene devono essere squisite!!!
    E’ sempre bello seguire le foto e il diario della tua nuova vita sull’isola!!!
    Un saluto Terry…

    Rispondi
  7. Federica

    Mai viste le melanzane bianche e dire che mi hai incuriosita è poco. E’ una verdura che adoro alla follia e ne mangerei a chili. Con questo ripieno filante e saporito devono essere spettacolose e non manca neanche la scarpetta con quel sughino da fare con uno dei tuoi pani strepitosi :)
    Non sono mai stata una grande amante del mare ma vedere quest’acqua così limpida e cristallina ti assicuro che fa venire voglia di tuffi anche a me :)
    Bello il logo, semplice ed essenziale. Ti auguro che quel tricolore ti porti tanta fortuna.
    Un abbraccio, buon fine settimana

    Rispondi
    • ipasticciditerry

      ipasticciditerry

      Speriamo Fede, oggi sono in fase depressione …. speriamo davvero mi porti fortuna il nostro tricolore! Se le trovi provale le melanzane bianche, sono buone. La scarpetta è d’obbligo direi. Un abbraccio anche a te

      Rispondi
  8. Damiana

    Si presentano bene queste melanzane,nel frigo ho una grossa viola…oggi la farò cosi’…..
    Tu llo fai apposta a farmi vedere tutta questa meraviglia,addirittura a farmi sentire il
    rumore del mare, lo sai è il migliore antidoto allo stress….. Con il suono di mare allo sfondo si può fare il massaggio, meditazioni …vai a sentirlo spesso anche per me….lo logo mi piace tantissimo..sa di terra mia… bacioniii

    Rispondi
  9. Su

    Ciao Terry, mi sto rileggendo i post dai primi di agosto in su! Non ho fatto un mese di vacanze, ma volevo leggermi il tuo diario in un momento di tranquillità Mi piace molto il tuo diario, respirare il profumo dell’oceano e ora mi hai messo anche la colonna sonora, wow.
    Che bello il logo, mi piace semplice, essenziale e con un tocco dinamico direi, mi pare ti rappresenti bene. E mi pare che tu ci rappresenti molto bene come italiana! W Terry’s!
    buone le melanzane bianche, mai assaggiate… se è vero che non assorbono olio come dice Mimma, da tenere a mente, di solito le melanzane sono spugne.
    un bacione
    Su

    Rispondi
    • ipasticciditerry

      ipasticciditerry

      Sai che sono onorata che hai voluto leggerti con calma i miei post? Grazie mille Susy, sei davvero tanto carina. ♥ Ti piace? Bene, sono contenta.
      Le melanzane bianche è difficile trovarle ma se le trovi provale perchè ne vale la pena.
      Ti abbraccio stretta stretta. A presto

      Rispondi

Leave a Reply