Crostata con ricotta amaretti e amarene

Crostata con ricotta amaretti e amarene. Da un po’ di tempo a questa parte, ho il trip per le Crostate, ne sto facendo di ogni tipo e specie. Nel corso del tempo ho provato varie alternative, dalla frolla all’olio, alla ricotta, all’acqua … ma la mia preferita resta in assoluto quella classica, con il burro che si sente e ti si scioglie in bocca.

Nonostante in queste ultime settimane io abbia ridotto le calorie, cercando di limitare carboidrati e zuccheri, non rinuncio a una fettina di dolce al mattino, per colazione ma fatta con tutti i crismi. Detto questo, un altro ingrediente che mi piace tanto nei dolci (ma alla fine non solo nei dolci) è la ricotta.

Se poi ci metti che avevo degli amaretti già aperti e delle amarene sotto sciroppo, regalo di mia sorella, ecco che la combinazione mi è venuta naturale. Crostata con ricotta amaretti e amarene.

QUI se volete c’è il Video

Ingredienti per uno stampo da 26

per la frolla 300 g di farina 00

100 g di zucchero

100 g di burro

2 uova

1 cucchiaino di lievito per dolci

1 cucchiaino di aroma vaniglia

1 pizzico di sale

la scorza grattugiata di mezzo limone

per la crema: 200 g di ricotta vaccina

60 g di zucchero a velo

1 tuorlo di uovo

rum o liquore a piacere

amaretti q.b.

Amarene sciroppate q.b.

Zucchero a velo per decorare

Se volete ho girato un video che trovate sul mio canale YouTube

Procedimento:

Preparare la pasta frolla mischiando velocemente tutti gli ingrediente tra loro. Ottenuto un panetto, schiacciarlo leggermente e avvolgerlo in pellicola per alimenti, chiudere bene e mettere in frigo per almeno 30 minuti.

Preparare la crema mischiando la ricotta (meglio se fatta scolare qualche ora prima) con lo zucchero, aggiungere il tuorlo e il liquore e sbattere bene per ridurre a crema. Stendere più della metà dela frolla a misura dello stampo, che avremo rivestito di carta forno. Schiacciare bene i bordi e sistemare degli amaretti a piacere, se vi piace il gusto intenso, metteteli vicini vicini, altrimenti distanziateli tra loro, come vedere nel video. Io non ne avevo più e ho messo quelli che avevo.

Ora sistemare sopra la crema, distribuendola uniformemente. Sopra ancora sistemare le amarene e qualche cucchiaio del loro sciroppo, che servirà ad ammorbidire gli amaretti. Non esagerate con lo sciroppo, altrimenti si modifica la consistenza della crema di ricotta.

Stendere la frolla rimanente e tagliare delle strisce che andrete a sistemare sopra la crostata a griglia, a vostro piacimento. Cuocere in forno, già caldo a 180 gradi per circa 30 minuti. Una volta sfornata spolverare di zucchero a velo. Fare raffreddare e conservare in frigorifero. Toglietela dal frigo una mezz’oretta prima di mangiarla.

Buon inizio di settimana a tutti. Finalmente da ieri sembra tornata l’estate dalle mie parti. Ci sono state giornate davvero troppo fresche, per essere nel mese di luglio; ho dovuto tirare fuori di nuovo la copertina leggera e di giorno c’era un arietta talmente fredda, che veniva giù dalle mie montagne, che non ti faceva certo pensare all’estate.

So che molti di voi sono contenti, perchè non amano il caldo ma credo che ogni stagione debba fare il suo tempo. Così come io sopporto il freddo d’inverno, è giusto che queste persone sopportino il caldo d’estate 🙂

Le mie settimane, dopo la riapertura dal lockdown, sono molto impegnate e intense; i miei nipotini mi danno un bel da fare e la sera arriva sempre velocemente e mi trova bella stanca ma contenta. l’impegno di nonna è molto gratificante e credo sia il modo più bello per trascorrere le mie giornate, altrimenti poco interessanti.

E’ vero che sono una persona con mille interessi; mi piace cucinare, leggere, scrivere, passeggiare, viaggiare, lavorare ai ferri, all’uncinetto … le passioni e gli hobbyes non mi mancano ma, fintanto che i miei nipotini sono piccoli, me li voglio godere, tra coccole e baci. Del resto crescono talmente in fretta … Sono certa che questi primi anni rimarranno anche nei loro ricordi, un domani (mooooolto domani) quando io non ci sarò più.

Io di mia nonna ho un bellissimo ricordo e tanti flashback importanti. Devo a lei la mia passione per gli impasti e la pasta fresca, in particolare. Bene, vi saluto e spero che siate ancora in tanti a seguirmi, viste le vacanze vicine, ormai per molti di voi. A presto

Print Friendly, PDF & Email

24 pensieri su “Crostata con ricotta amaretti e amarene”

  1. Avatar

    Anche da noi si fa la crostata di ricotta e ciliegie, è buonissima! e questa idea di aggiungere gli amaretti al ripieno mi intriga tanto, che buona che deve essere ancora più ricca!
    Anche qui le giornate sono più calde adesso ma non in maniera esagerata e devo dire che questo clima mi piace perché non mi fa sentire spossata e dunque spero tanto che si mantenga a lungo. Un bacio a te a ai tuoi nipotini!!

  2. Avatar

    Insieme alla torta di mele le crostate morbide sono i miei dolci preferiti da credenza. Ah dimenticavo il ciambellone. Per non parlare della ricotta che letteralmente adoro nei dolci. Quindi questa crostata x me è fantastica.
    Sono sicura che I tuoi nipoti ricorderanno il tempo trascorso insieme. Magari avranno un momento di distacco nella fase adolescenziale. Ma tu rimarrai dentro di loro come la tua nonna è rimasta nel tuo così le altre nonne che si sono prese cura dei loro nipoti ❤️

    1. ipasticciditerry

      Siamo golosi dentro, che ci vuoi fare? Io aggiungerei golose buongustaie! Sono sentimenti strani quelli che provo quando li guardo, quando passo del tempo con loro. La consapevolezza che quei momenti rimarranno sempre dentro di loro, mi riempie il cuore di amore … amore che non so spiegarti, perchè è diverso da tutti i tipi di amore che io conoscevo. L’amore di nonna è completo e incondizionato … una cosa bellissima!!! Grazie Mile, hai sempre delle belle parole che mi colpiscono.

  3. Avatar

    Con me sfondi un portone aperto sia per il caldo (fosse possibile vivrei con almeno 24-25°C tutto l’anno) che per la classica frolla al burro. Bene sperimentare, buona tutte le versioni alternative ma a meno di reali intolleranze, la frolla con la maiuscola è col burro. Piuttosto mangio mezza fettina di crostata ma come si deve. Ok con questa facciamo una fetta intera, uno sgarro una tantum ci sta, giusto 😜😋? Fortunati i tuoi nipotini per tutto il tempo che riesci a passare con loro. Sono momenti preziosi che porteranno sempre nel cuore come un tesoro.
    Un bacione, buona giornata 😘

    1. ipasticciditerry

      Ahaahahahh verissimo!! Meglio porzione ridotta ma come si deve e comunque ogni tanto uno sgarro ci può stare. Che vita triste se devi sempre rinunciare a quello che ti piace. Già la vita è faticosa … Si sono fortunati loro ma anche io sono molto fortunata. Sapessi quanto amore ricevo tutti i giorni. Un bacione a te tesoro e buona settimana

  4. Avatar

    Siamo assolutamente in sintonia Terry! Proprio ieri ho preparato la pizza di ricotta e crema abruzzese, con l’aggiunta di amarene…Slurp! La tua crostata è come sempre, una vera delizia e sono d’accordo con te. La frolla al burro non si batte!
    Bacio grande cara,
    Mary

  5. Avatar

    Sono sicura che tu sia una nonna strepitosa! Anch’io ho dei bellissimi ricordi della mia infanzia trascorsa con la mia nonna paterna, in agosto stavo con lei 15 giorni e sono state le estati più belle della mia vita!
    Anch’io sto attenta all’alimentazione anche in estate ma alla colazione ricca non rinuncio! Una fetta di questa crostata è perfetta anche per me ^_^
    Buona settimana Terry!

    1. ipasticciditerry

      Sono certa che si ricorderanno di me e spero tanto saranno ricordi belli e teneri ma anche istruttivi e di un certo peso. Siamo in sintonia allora sulla colazione ma tu sei giovane e sai quante soddisfazioni alimentari puoi toglierti, senza troppi sacrifici? Grazie Consu, un abbraccio a te e buona settimana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.